Modena volley gli dimezza lo stipendio e Zaytsev va a giocare in Siberia

di Federico Pallone | 22/05/2020

Ivan Zaytsev
  • Stipendio dimezzato e problemi con lo sponsor

  • La crisi coronavirus colpisce anche Ivan Zaytsev

  • Lo zar andrà a giocare in Siberia

La crisi legata all’emergenza coronavirus non risparmia il mondo del volley e anzi colpisce uno degli atleti più rappresentativi della disciplina sportiva in Italia. Stiamo parlando di Ivan Zaytsev, 31enne schiacciatore nato a Spoleto, in Umbria. Catia Pedrini, la presidente della squadra per la quale è tesserato, il Modena, ha deciso di tagliare gli stipendi del 50% ai giocatori. In aggiunta, problemi legati allo sponsor hanno fatto sì che lo Zar ha deciso di trasferirsi in prestito per un anno al Kamerovo, club campione della Super League russa.

LEGGI ANCHE –> Dalla Serbia alla Polonia, le avversarie sulle strada dell’Italvolley

Una trasferta piuttosto lontana quella che Zaytsev dovrà affrontare. Mentre la sua famiglia resterà a Modena, lo Zar andrà a giocare nella Siberia sudoccidentale, in una zona carbonifera a circa 3500 km di distanza dalla capitale Mosca e a 300 km da Novosibirsk, lungo la linea della Transiberiana.

Per Zaytsev si tratta comunque di un ritorno in Russia: il pallavolista umbro ha infatti giocato nella Dinamo Mosca, club militante nella Superliga, dal 2014 al 2016.

Il palmares di Zaytsev è ricchissimo: oltre ai numerosi riconoscimenti e medaglie al collo, ha infatti vinto due scudetti, il primo nella stagione 2013-2014 con la Lube di Macerata, e il secondo nella stagione 2017-2018 con la Sir Safety Perugia. Conta anche una Coppa Italia e una Coppa Cev. Ha trascinato fino in finale l’Italia alle Olimpiadi del 2016 a Rio de Janeiro, quando solo i padroni di casa del Brasile sconfissero la nazionale allenata da Gianlorenzo Blengini. La formula con cui Zaytsev ha raggiunto l’accordo con kemerovo prevede il passaggio in prestito secco per un anno, al termine del quale lo Zar farà ritorno a Modena, club con cui ha un contratto in scadenza nel 2023.

[CREDIT PHOTO: FACEBOOK/IVAN ZAYTSEV]