Violato il minuto di silenzio prima di Romania-Spagna in memoria della figlia di Luis Enrique | VIDEO

di Redazione | 06/09/2019

minuto di silenzio

Nello scorso finesettimana abbiamo assistito alla personalissima tragedia che ha colpito l’ex commissario tecnico della Spagna (nonché ex allenatore della Roma e del Barcellona) Luis Enrique. La figlia Xana, di 9 anni, è morta in seguito a un tumore alle ossa, dopo aver lottato a lungo contro la malattia. Una malattia che aveva causato l’allontanamento di Luis Enrique dalla nazionale spagnola, in seguito a motivi di carattere familiare. Ieri, nel corso della partita Romania-Spagna, è stato osservato un minuto di silenzio proprio per ricordare la piccola vita prematuramente scomparsa.

LEGGI ANCHE > Xana, la figlia di Luis Enrique, non ce l’ha fatta

Minuto di silenzio per Xana disturbato dai tifosi della Romania

La partita, valida per le qualificazioni a Euro 2020, è stata giocata a Bucarest, alla presenza di un nutrito numero di spettatori. Lo stadio era pieno, riempito anche dalle frange più estreme del tifo organizzato. Proprio queste ultime si sono rese protagoniste di un terribile gesto.

Il video del minuto di silenzio per Xana

Come testimoniato da questo video, dopo l’annuncio del minuto di silenzio, alcune migliaia di tifosi hanno iniziato a fischiare e a intonare dei cori. Un vero e proprio oltraggio alla memoria della piccola Xana, una mancanza di rispetto nei confronti della Spagna che aveva chiesto il minuto di silenzio prima del match. Ovviamente, i calciatori in campo si sono mostrati stupiti da questo comportamento del pubblico. Il resto dello stadio, dopo alcuni secondi di imbarazzo, ha iniziato ad applaudire seppellendo in questo modo i fischi e i cori vergognosi.

TAG: Spagna