Milano, precipita da balcone per fuggire al fidanzato che la teneva segregata in casa

di Enzo Boldi | 05/06/2019

Milano
  • Una terribile storia di violenza sulle donne arriva da Milano

  • Un uomo, con precedenti simili, ha segregato e picchiato la sua fidanzata per quattro giorni

  • La 26enne è riuscita a fuggire dalla finestra, schiantandosi però al suolo. Per lei "solo" alcune fratture

Si è buttata dalla finestra per fuggire alla violenza del suo fidanzato che la teneva segregata in casa. Questa terribile storia arriva da Milano dove una donna ha preferito gettarsi dal balcone della propria abitazione per riuscire a sfuggire alla mente malsana del suo compagno che da giorni la teneva chiusa nella loro abitazione. Quattro lunghi giorni di follia e sofferenza per la 26enne italiana, fatti di alti e bassi psichici dell’uomo che già nel 2018 era stato accusato da un’altra donna per lo stesso motivo. Il tribunale, però, lo dichiarò incapace di intendere e di volere e non finì mai in carcere. Per la donna, fortunatamente, solo alcune fratture dovute all’impatto col suolo. Il suo racconto agli inquirenti ha portato all’arresto del 40enne Giacomo Oldrati.

LEGGI ANCHE > La vera storia di Noa Pothoven raccontata dalla fonte originale

La donna, soccorsa da un’inquilina del palazzo, dopo aver ricevuto le cure dal personale medico dell’Ospedale ha raccontato alle forze dell’ordine la sua storia, fatta di un fidanzato diventato violento senza alcun motivo. È rimasta segregata in casa da sabato scorso fino a ieri, per quattro giorni. Poi la decisione di tentare la fuga, gettandosi dalla finestra di un appartamento a Milano per salvarsi approfittando di un attimo di distrazione del suo fidanzato-sequestratore.

Milano, precipita per fuggire alla follia del fidanzato

L’uomo soffriva di scompensi psichici e ad acuirli, oltre alla sua tendenza psicotica già certificata dalla sentenza del tribunale del 2018, ci sarebbe stato anche l’osteggiamento dei genitori della 26enne alla relazione con Giacomo Oldrati. I dettagli di quei giorni di follia e violenza li ha raccontati la stessa ragazza: sabato scorso, dopo esser usciti insieme, l’uomo l’ha colpita in faccia con schiaffi e pugni, alle costole con i calci, l’ha presa per i capelli e afferrata alla gola.

Arrestato per sequestro di persona e lesioni personali

L’indomani mattina, domenica, il fidanzato sembrava essersi calmato e i due sono usciti nuovamente. Poi altre violenze, con la 26enne costretta a entrare in una vasca di acqua ghiacciata. Approfittando di un momento di distrazione del fidanzato, la donna è riuscita a scappare nuda dalla finestra del secondo piano. È riuscita a scendere sul terrazzo inferiore, ma lì ha perso l’equilibrio e si è schiantata al suolo fratturandosi il malleolo e altre ossa: in ospedale le sono state diagnosticate numerose fratture. Ora Oldrati è stato arrestato con l’accusa di sequestro di persona e lesioni personali.

(foto di copertina: ANSA / ALESSANDRO DI MEO)