Michele Bravi, prima volta dopo l’incidente: «Spero di potercela fare»

di Redazione | 23/05/2019

Michele Bravi
  • Michele Bravi, a novembre, è rimasto coinvolto in un incidente in cui è morta una persona

  • Dopo sette mesi, torna a parlare per raccontare il suo percorso

Tornare a parlare dopo sette mesi per una persona che ha sempre fatto della comunicazione uno degli elementi fondamentali del suo mestiere deve essere stato un po’ come ripartire, tornare nuovamente a fare ciò che faceva prima. Michele Bravi, da novembre, era rimasto in silenzio. Negli ultimi mesi del 2018 ha dovuto affrontare la tragedia di essere stato coinvolto in un incidente in cui è morta un’altra persona.

LEGGI ANCHE > Michele Bravi coinvolto in un incidente mortale, annullati tre concerti

Michele Bravi torna a parlare dopo l’incidente

«Le persone che mi sono state vicino in questo periodo mi hanno chiesto di tornare alla realtà – ha detto Michele Bravi in un’intervista esclusiva al Corriere della Sera -. E io mi fido di loro. Spero di farcela». Michele Bravi non vuole né tornare a descrivere il momento dell’incidente, né parlare del suo rapporto con la famiglia della vittima. Entrambe le cose devono restare nella sua sfera privata, nel suo personale. Non vuole che nessuno vi entri dentro.

Del resto, le ricostruzioni della dinamica dell’incidente sono anche al centro dell’iter giudiziario. Michele Bravi preferisce concentrarsi sul suo percorso, che ha avuto nelle lacrime pressoché quotidiane il suo filo conduttore, e poi sul fatto che sia tornato a cantare o, meglio, che sia tornato ad avere un contatto con la musica. L’episodio della svolta è stato un viaggio di ritorno verso l’Umbria, in cui ha ascoltato la stessa canzone nelle cuffie per diverso tempo.

Il lento ritorno alla normalità di Michele Bravi

«In questi mesi avrò visto si e no venti persone – ha detto il cantante, vincitore di una edizione di X Factor e concorrente al Festival di Sanremo -. È come se avessi fatto un viaggio… Sto cercando di tornare, ma non so se ci riuscirò. È un primo mattoncino per ritrovare la mia realtà». Una realtà che adesso sembra essere difficile da affrontare, perché non ha lo stesso peso fare le cose più semplici della quotidianità: «Anche uscire di casa ha un peso diverso: le persone care ormai sono la mia casa. Non so se le cose torneranno mai come prima, in questo senso. Però mi mancano le persone, tantissimo. Mi manca la gente. La voglia di incontrarla è ancora tanta. Sto muovendo i primi passi».

(Credit Image: © Daniela Franceschelli/Pacific Press via ZUMA Wire)