Mario Draghi viaggia in Economy e non lo scrive sui social

di Enzo Boldi | 21/12/2018

Mario Draghi
  • L'immagine di mario Draghi che vola in Economy ha stupito molte persone

  • In tanti hanno apprezzato il fatto che non abbia decantato questa cosa al vento dei social

  • Le differenze con alcuni parlamentari italiane vengono sottolineate su Twitter

La normalità di un gesto che, però, a causa della corsa sfrenata dettata dal mostrare al mondo fittizio dei social network di essere «Onesti», rappresenta un’eccezione. L’immagine di Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea, che viaggia tranquillamente in Economy ha fatto scattare le reazioni positive della rete. Non tanto per il suo gesto, che fa parte delle scelte che ogni singolo uomo libero può prendere, ma per il fatto che non sia corso sui social (che non ha) a decantare ai quattro venti il fatto di non aver preso un biglietto di Business Class.

LEGGI ANCHE > L’inutile polemica su Di Maio che ha davvero viaggiato in economy

Il riferimento è fin troppo chiaro alla corsa affannosa fatta da alcuni esponenti del governo nei mesi scorsi – prima Luigi Di Maio, poi Alfonso Bonafede – che hanno immediatamente messo in mostra i propri biglietti di classe Economy sui social network, quasi che avessero la coda di paglia. Voler dimostrare di essere diversi a tutti i costi per accaparrarsi le simpatie (e i voti) della gente comune. Una tattica che ha funzionato e che sicuramente funzionerà, ma che diventa quasi una malattia sociologica e fagocitante.

 

Mario Draghi star dei social (a sua insaputa)

In molti hanno condiviso su Twitter e Facebook la foto «rubata» di Mario Draghi in completo grigio che si siede in mezzo «alla gente comune» nella sezione dedicata alla Classe Economy di un aereo, con commenti entusiasti a sottolineare la meraviglia di un gesto normale, solo che non è stato decantato ai quattro venti. «Non fa neppure foto al biglietto per dimostrarlo. Che persona ammirabile. Se entra in politica lo voterò senza nemmeno ascoltare il suo programma», è il commento di un utente su Twitter. Altri sottolineano come tutto ciò sia paradossalmente paradossale.

 

(foto di copertina da Twitter di Gustavo Baratta)