Mara Carfagna ha trovato la soluzione per ripulire Roma, e c’entra Putin

di Gaia Mellone | 04/07/2019

Mara Carfagna ha trovato la soluzione per ripulire Roma, e c'entra Putin
  • Il problema della spazzatura a Roma peggiora di giorno in giorno

  • Virginia Raggi accusata dai suoi cittadini di aver perso il controllo

  • La soluzione, ironica, trovata da Mara Carfagna

Mara Carfagna ha avuto l’illuminazione per risolvere la crisi di sporcizia che affligge la Città Eterna ormai da troppo tempo. I cittadini sono infuriati con la sindaca Virginia Raggi, esasperati dagli odori dell’immondizia che con l’ondata di caldo diventano sempre più insopportabili e, in alcuni casi, addirittura pericolosi. Ecco allora che si riconferma il luogo comune: per affrontare un problema e risolverlo, bisogna guardarlo da un passo indietro, prendendo in esame anche tutto il contesto. Mara Carfagna l’ha fatto, ed è riuscita a trovare l’equazione risolutiva: gli elementi sono Vladimir Putin, Roma, e i capi di Stato.

Mara Carfagna ha trovato la soluzione per ripulire Roma, e c’entra Putin

la Vicepresidente della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana ha ironizzato sull’efficenza dei sistemi di pulizia di Roma tanto attaccati negli ultimi tempi. A mettere pepe nel lavoro è stata la visita di Vladimir Putin: la città eterna è stata blindata, le strade del centro sono sotto stretta osservazione e sopratutto, sono state ripulite. «Considerato che nel mondo ci sono 196 stati sovrani» ha scritto su Twitter Mara Carfagna «proponiamo di invitare un capo di Stato ogni 1,86 giorni». Matematica impeccabile, intuito non da meno. «È l’unico modo per tenere la spazzatura lontana dalla città» conclude l’Onorevole. Pur mettendo gli scherzi e l’ironia da parte, risulta difficile darle torto.

Gepostet von Mara Carfagna am Donnerstag, 4. Juli 2019

(Credits immagine di copertina: ANSA/ANGELO CARCONI)