Oristano: ritrovato il corpo di Manuel Careddu, il 18enne ucciso a badilate

di Redazione | 17/10/2018

Manuel Careddu

Ritrovato nelle campagne di Ghilarza, in provincia di Oristano, il corpo di Manuel Careddu, il 18enne di Macomer per il cui omicidio sono finiti in carcere cinque giovani, accusati di omicidio premeditato e occultamento di cadavere. Le ricerche, anche ausilio di cani, erano riprese all’alba, dopo che ieri notte era arrivata un’indicazione precisa sul possibile luogo di ritrovamento. Gli scavi sono terminati.

LEGGI ANCHE > Sgomberato il palazzo dell’aggressione a Stefania Petyx di Striscia la Notizia

Il giovane è stato ucciso a badilate, probabilmente la sera stessa della sua scomparsa. L11 settembre scorso Manuel, dopo aver raggiunto la stazione del pullman di Abbasanta (Or) da Cagliari, aveva un appuntamento con un gruppo di ragazzi con cui doveva sistemare un credito per una piccolissima partita di droga non pagata, meno di 500 euro. In realtà era un trappola: lo hanno caricato in auto verso il lago Omodeo e lì è stato massacrato. In cinque sono finiti in manette, tra i quali due minori, un ragazzo e una ragazza. Il gruppo è stato individuato grazie a un dialogo captato con una microspia inserita nell’auto del padre di un dei cinque arrestati. Solo grazie a questa intercettazione i Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Oristano sono andati in Procura e hanno ottenuto i mandati di arresto per i 20enni Matteo Satta, Christian Fodde e Riccardo Carta e dalla procura dei minori per C.N. e la ragazzina G.C.. I cinque hanno confessato durante i loro interrogatori.

 

(foto Ansa)