Mail Juventus alla Asl su Cristiano Ronaldo ‘uscito dalla bolla’

Ma il portoghese ha detto che il ministro Spadafora ha detto una bugia

di Redazione | 18/10/2020

mail Juventus

Nella scorsa settimana abbiamo assistito allo scontro tra Cristiano Ronaldo e il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Quest’ultimo aveva dichiarato che l’attaccante della Juventus aveva violato il protocollo all’andata, per rispondere alla convocazione del Portogallo per la Nations League. La risposta dell’attaccante non si è fatta attendere, con tanto di accusa al ministro di aver detto una bugia. Secondo il Fatto Quotidiano, in un articolo di Lorenzo Vendemiale, ci sarebbero state delle mail Juventus scambiate con la Asl di Torino, all’interno delle quali si comunica la responsabilità individuale del portoghese e di altri calciatori nel lasciare la ‘bolla’ della Juventus per rispondere alla convocazione delle nazionali.

LEGGI ANCHE > Quindi, Cristiano Ronaldo dice che un signore in Italia (il ministro Spadafora) ha detto una bugia sul protocollo

Mail Juventus alla Asl di Torino per comunicare l’uscita dalla bolla

La prima mail sarebbe stata inviata il 4 ottobre, con la comunicazione alla Asl della decisione dei calciatori di proseguire nelle proprie abitazioni l’isolamento dopo la positività riscontrata all’interno del gruppo bianconero. Tuttavia, le abitazioni – da protocollo – possono far parte, previa comunicazione, della bolla costruita intorno ai tesserati del club. Quello che non è previsto, invece, è che questa bolla venga abbandonata, cosa fatta per rispondere alle convocazioni delle nazionali. La Juventus ha comunicato questo elemento alla Asl il martedì successivo, affermando che la responsabilità è dei calciatori, avendo il club dato comunicazione scritta del contrario.

Sempre secondo il Fatto Quotidiano, il problema non sarebbe relativo ai calciatori della nazionale italiana che sono passati dalla bolla della Juventus alla bolla della nazionale, ma a tutti gli altri calciatori che, anche solo per un attimo, hanno rotto quell’isolamento ‘calcistico’.

Il comportamento è stato segnalato alla Procura che potrebbe prendere provvedimenti. E dal punto di vista sportivo? Succederà qualcosa, visto che per le presunte violazioni commesse dal Napoli sempre nello stesso week-end si è arrivati a decisioni piuttosto drastiche?