Lula contro Bolsonaro: «Dice di essere positivo al covid solo per far pubblicità all’idrossiclorochina»

31/07/2020 di Federico Pallone

Bolsonaro

L’ex presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva, per tutti semplicemente Lula, ha detto che sospetta che il presidente in carica Jair Bolsonaro abbia dichiarato il falso dicendo di essere stato contagiato dal coronavirus per «fare pubblicità» all’idrossiclorochina. «Io credo che Bolsonaro abbia inventato di essere stato contagiato per fare pubblicità a questa medicina», ha dichiarato Luiz Inacio Lula da Silva in una videoconferenza con i giornalisti stranieri. «Non so se ha delle partecipazioni (in una società farmaceutica), ma si comporta come se fosse il capo della fabbrica che produce il farmaco», ha aggiunto.

LEGGI ANCHE –> Il presidente del Brasile continua ad avere lo stesso atteggiamento: «Sto bene, vorrei andare a fare una passeggiata»

Lula, 74 anni, presidente del Brasile dal 2003 al 2011, ha definito «irresponsabile» la gestione della pandemia da parte del presidente Bolsonaro, che il leader di estrema destra ha costantemente sminuito. «Ecco perchè ci troviamo in questa situazione, da cui non vedo alcuna via d’uscita a breve termine», ha detto l’ex presidente.

Bolsonaro e il video che sembra uno spot dell’idrossiclorochina

Dopo aver dichiarato di essere risultato positivo al coronavirus, Bolsonaro ha pubblicato un video sui propri account ufficiali sui social network, in cui afferma di aver iniziato una cura a base di idrossiclorochina: «Sappiamo che al giorno d’oggi ci sono altri rimedi che possono aiutare a combattere il coronavirus, sappiamo che nessuno di questi ha una efficacia scientificamente provata, ma io sono una di quelle persone su cui sta funzionando, mi fido dell’idrossiclorochina e voi?», ha detto Bolsonaro.

Il Brasile è uno dei Paesi più colpiti al mondo dal coronavirus: sono più di 2,6 milioni i casi confermati: nelle ultime 24 ore si è registrato un aumento di 57.837 positivi. Lo riferiscono le autorità sanitarie locali, aggiornando a 2.610.102 il totale dei contagiati confermati. È invece salito a 91.263 il numero delle persone che hanno perso la vita a causa di complicazioni legate all’infezione, 1.129 in più rispetto a ieri. A essere maggiormente colpito è lo stato di Sao Paulo, il più popoloso nel sudest del Brasile, con 529.006 casi e 22.710 morti, seguito da quello di Rio de Janeiro con 163.642 casi e 13.348 vittime.

Share this article