Lapo Elkann contesta il comportamento di Salvini. Il leghista risponde: «Dichiarazioni stupefacenti»

di Enzo Boldi | 10/10/2019

Lapo Elkann contro Salvini

Lapo Elkann contro Salvini e in difesa dei migranti. Parlando durante la  presentazione di un protocollo d’intesa a sostegno dei bambini in difficoltà tra Fondazione Laps e comitato siciliano della Croce rossa italiana, l’erede della famiglia Agnelli non ha risparmiato critiche alla classe dirigente italiana, alla politica che non ha partecipato ai funerali delle vittime del naufragio a largo di Lampedusa e dell’atteggiamento del leader della Lega. E proprio su questo giudizio è arrivata la risposta del senatore del Carroccio.

LEGGI ANCHE > Ferrari: gaffe di Lapo Elkann che annuncia l’arrivo di Leclerc

«Non mi piace l’atteggiamento di Salvini. Non sono salviniano e non amo il suo comportamento perché temo sia distruttivo e non costruttivo – ha detto Lapo Elkann a Palermo -. Penso che tutto si possa fare e si possa dire e ognuno può aver le proprie opinioni  ma la realtà dei fatti e’ che quello serve non è un no o un sì, ma un processo di costruzione. Se guardiamo alla Francia, ad esempio, lì c’è un grave problema di integrazione. Quindi non è un problema siciliano o italiano, ma europeo che va affrontato in Europa».

Lapo Elkann contro Salvini, la replica del leghista

Parole che, ovviamente, non sono piaciute al leader della Lega che ha replicato utilizzando parole che strizzano l’occhio al passato di Lapo Elkann e a quella sua brutta vicenda di droga, finita sulle pagine di tutti i quotidiani qualche anno fa: «Da Lapo Elkann dichiarazioni stupefacenti».

L’assenza delle istituzioni ai funerali di Lampedusa

«La Sicilia è la terra di accoglienza più importante che c’è nel Paese dei nuovi italiani. La bontà, d’animo e la generosità dei siciliani è molto forte per tanti motivi – ha proseguito Lapo Elkann nel corso della conferenza stampa -. Ed è anche quella meno aiutata mentre andrebbe sostenuta di più dall’Italia e dall’Europa. D’altronde, ieri a Lampedusa, ai funerali delle vittime, non c’erano politici che rappresentano il Paese: un episodio che mi intristisce».

(foto di copertina: ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO + ANSA/ALESSANDRO DI MEO)