Gli amici di Willy non hanno parlato di un suo intervento in loro difesa

C'è questa lacuna che emergerebbe dai verbali degli interrogatori

10/09/2020 di Redazione

intervento Willy

Possibile che nessuno degli amici di Willy Monteiro Duarte abbia parlato con gli inquirenti dell’intervento Willy in difesa di Federico Zurma? È uno dei tasselli mancanti sui quali gli inquirenti si stanno arrovellando. Infatti, dalle carte degli interrogatori, i due amici di Willy – Federico Zurma e Alessandro Rosati – non sembrano spiegare il perché del coinvolgimento di Willy nella rissa.

LEGGI ANCHE > Le parole di Belleggia: «I fratelli Bianchi mi hanno chiesto di non parlare di quello che è successo a Willy»

Intervento Willy nella rissa: perché nessuno dei suoi amici parla della difesa di Federico Zurma?

Si parla degli apprezzamenti fatti a una ragazza del gruppo di Paliano da parte di alcuni dei ragazzi di Artena, della lite che ne è scaturita, delle varie discussioni, dei vari passaparola che hanno portato i giovani – alcuni anche in stato di alterazione dovuto all’alcol – a fronteggiarsi nel pacchetto di fronte al locale Duedipicche.

Ma quando la rissa è partita, gli amici di Willy sembrano perdere la cognizione dello spazio. Tanto che Federico, l’amico rispetto in difesa del quale si era detto che Willy fosse intervenuto, dice: «Finita la lite tra me e il ragazzo (uno dei giovani di Artena) – dichiara – notavo che a distanza di pochi metri da noi si era creato un altro parapiglia tra altri ragazzi che stavano litigando». Inoltre, sembra accorgersi solo in un secondo momento che la lite riguardava il suo amico Willy, ferito gravemente nel pestaggio.

Intervento Willy: due risse separate o un unico pestaggio?

Da queste dichiarazioni, dunque, sembra che ci fossero due liti diverse, con un numero più alto di partecipanti. E sono in ogni caso dichiarazioni che faticano a collimare con quanto affermato da Francesco Belleggia, uno dei quattro ragazzi fermati (attualmente ai domiciliari), che aveva invece indicato in Willy il ragazzo che era intervenuto per difendere il suo amico Federico. Una questione che ha ancora dei lati scoperti, dunque, e che – anche in virtù dell’assenza di immagini di quelle ore – deve essere completamente ricostruita in base alle dichiarazioni dei presenti.

Share this article