Huawei non potrà più pre-installare Facebook, Instagram e Whatsapp

di Gaia Mellone | 07/06/2019

huawei facebook instagram whatsapp
  • Google ha interrotto la licenza di utilizzo del sistema operativo Android per gli smartphone Huawei

  • Ora anche Mark Zuckerberg prende posizione

  • Whatsapp, Facebook e Instagram non saranno più installate di default

Non si arresta la guerra commerciale tra Usa e Huawei. Dopo Google, che ha interrotto la licenza di utilizzo del sistema operativo Android per gli smartphone della casa cinese di prossima produzione, adesso anche Mark Zuckerberg prende una posizione netta: chi acquisterà Huawei non troverà le applicazioni Whatsapp, Facebook e Instagram installate di default sullo smartphone.

LEGGI ANCHE > La guerra di Google a Huawei: non aggiornerà più il sistema operativo Android

Huawei non potrà più pre-installare Facebook, Instagram e Whatsapp

A riportare l’indiscrezione è Reuter, facendo risalire la scelta di Menlo park alla lotta commerciale in atto tra Usa e Cina. Niente panico per gli utilizzatori degli smartphone, non significa che chi sceglie Huawei debba dire addio ai social network più popolari. Dovrà però fare qualche passetto in più. Le applicazioni di Whatsapp, Facebook e Instagram infatti non si troveranno più di default sui dispositivi Huawei, ma bisognerà scaricarle da Play Store o da AppGallery. Mark Zuckerberg con questa decisione dimostra di volersi mettere a riparo nella lotta commerciale tra Stati Uniti e Cina. Donald Trump infatti a metà maggio ha imposto dazi molto stringenti tra le società americane e quelle del sol levante, nella sua battaglia contro il colosso tecnologico, ai suoi occhi «minaccia alla sicurezza nazionale». Il bando contro Huawei, ormai divenuto secondo produttore al mondo di smartphone, è stato però sospeso per circa tre mesi, e diveterà operativo solo ad agosto di quest’anno. La speranza è che nel frattempo i rapporti tra Donald Trump e Xi Jinping diventino meno tesi e i dazi vengano ritirati. O che perlomeno la “black list” del tycoon venga smaltita.

(credits immagine di copertina: © Dirk Waem/Belga via ZUMA Press)

TAG: Huawei