Hristo Stoichkov piange in tv per i cori razzisti dei tifosi bulgari

di Redazione | 17/10/2019

Hristo Stoichkov
  • Si tratta di una leggenda del calcio nazionale bulgaro

  • Hristo Stoichkov ha pianto per i cori razzisti dei suoi connazionali

  • Lo ha fatto in diretta per una tv spagnola

Vi ricordate Hristo Stoichkov? I nostalgici del calcio degli anni Novanta ricorderanno senz’altro le sue prodezze. Soprattutto nei dintorni di Parma, dove l’attaccante bulgaro ha lasciato un ricordo indelebile. Era l’epoca in cui le squadre italiane, tutte e nessuna esclusa, godevano di quell’appeal che permetteva loro di strappare un neo-pallone d’oro a una squadra come il Barcellona. Il calciatore bulgaro aveva ottenuto il riconoscimento nel 1994 e già due anni dopo vestiva la maglia dei ducali, dopo aver chiuso la sua esperienza con i catalani (esperienza che si ripeterà nella stagione successiva).

LEGGI ANCHE > La reazione di Boris Johnson ai cori razzisti dei tifosi bulgari: «Ignobili»

Hristo Stoichkov piange per i cori razzisti dei bulgari

Un passaggio veloce in Serie A, quanto è bastato a lasciare un ricordo indelebile. Ora, Hristo Stoichkov fa l’allenatore e il commentatore per una televisione spagnola. Proprio in questa circostanza è stato chiamato a commentare i cori razzisti e di estrema destra che hanno caratterizzato la partita di qualificazione a Euro 2020 tra Bulgaria e Inghilterra.

Il commento di Hristo Stoichkov a Bulgaria-Inghilterra

Hristo Stoichkov ha illustrato la sua ricetta per contrastare questi comportamenti inaccettabili: «Bisogna lasciare il campo o, più duramente, mandare via questi tifosi per cinque anni, come succede in Inghilterra, senza che possano partecipare alle competizioni internazionali e di club – ha detto Stoichkov in trasmissione -. Le persone nel mio Paese non meritano di soffrire così per colpa loro».

Dopo aver pronunciato questa frase, il grande attaccante bulgaro china il capo e – dopo un attimo di silenzio in studio – si lascia andare a un pianto incontrollabile. Un’emozione molto forte, che fa capire quanto il problema sia stato avvertito e percepito dal fuoriclasse bulgaro. L’onta e la vergogna per quanto provocato dai suoi tifosi lo hanno tormentato: nel corso della partita Bulgaria-Inghilterra, i tifosi bulgari hanno insultato i calciatori di colore inglesi e sono stati inquadrati mentre urlavano con le braccia tese, quasi a replicare un saluto nazista.

TAG: Bulgaria