Mediaset rinvia la ‘maratona Harry Potter’. Scoppia la polemica sui social

di Enzo Boldi | 10/01/2020

Harry Potter

Gli ascolti, prima di tutto. Le strategia commerciali, però, poco interessano agli appassionai di saghe cinematografiche che, vedendo modificata la programmazione di quanto andrà in onda questa sera in televisione (sui canali Mediaset) hanno iniziato a protestare sui social. Dal palinsesto, infatti, è sparito il primo capitolo che avrebbe dato il via alla maratona Harry Potter, inizialmente prevista in onda su Italia 1. Ma sulla rete ammiraglia, Canale 5, questa sera andrà in onda il GF Vip, reality su cui è stato fatto un forte investimento. Quindi il dietrofront: niente saga del maghetto più amato e spazio a ‘Giustizia privata’ con Gerard Butler e Jamie Foxx.

LEGGI ANCHE > J. K. Rowling contro i transgender

Un colpo basso per chi stava aspettando il via. La maratona Harry Potter, infatti, è uno degli eventi più attesi della televisione. Tutti i capitoli della saga – ideata dai romanzi di J. K. Rowling – attirano ogni volta milioni di telespettatori. Abitudini difficili da modificare, con la delusione che è stata palesata sui social quando – scorrendo la guida televisiva del 10 gennaio 2020 – ci si è accorti di quella sostituzione.

Rinviata la maratona Harry Potter su Mediaset

Ed ecco che su Twitter, il social dove – prima di tutti – gli utenti riversano le loro proteste, la delusione viene detta, ripetuta e ribadita: nel giro di pochissime ore, infatti, l’hashtag #HarryPotter è salito al primo posto nelle tendenze. Con annesso vagone di critiche rivolte alla scelta fatta da chi cura il palinsesto Mediaset.

Spazio al GF Vip

E a far crescere il malumore, c’è il facile sillogismo che si ottiene scorrendo il resto della programmazione Mediaset. Su Canale 5, infatti, andrà in onda il Grande Fratelli Vip. Gli ascolti precedenti (visto quanto accaduto negli anni scorsi) mostrano come Harry Potter (con tutti i suoi film) abbia sempre ottenuto un successo clamoroso in termini di share. Un qualcosa che avrebbe potuto oscurare il reality di punta della rete ammiraglia del Biscione.