Una scuola cattolica ha bandito Harry Potter: «Gli incantesimi invocano spiriti maligni»

di Gaia Mellone | 03/09/2019

Una scuola cattolica ha bandito Harry Potter: «Gli incantesimi invocano spiriti maligni»
  • Una scuola cattolica privata di Nashville ha rimosso dalla biblioteca i libri della saga di Harry Potter

  • Gli incantesimi contenuti infatti sarebbero «veri» ed evocherebbero spiriti maligni

  • La decisione del reverendo su consiglio di esorcisti americani e del Vaticano

Meglio fare attenzione la prossima volta che, in preda ad una rabbia creativa, si augura a qualcuno un “Avada Kevadra”. Il rischio non è più solo di passare per nerd incalliti, ma di evocare spiriti maligni. Almeno secondo il reverendo Dan Reehil che, su consiglio di esorcisti degli Stati Uniti e del Vaticano, ha deciso di rimuovere dalla biblioteca della scuola cattolica St. Edward di Nashville tutti i libri della saga di Harry Potter perché contengono «maledizioni e incantesimi reali, che se letti da un essere umano rischiano di evocare spiriti maligni».

LEGGI ANCHE > Celine Dion accusata di promuovere culto di satana

Una scuola cattolica ha bandito Harry Potter: «Gli incantesimi invocano spiriti maligni»

A saperlo prima, forse avremmo prestato più attenzione alle ramanzine di Hermione Granger, che spiegava ogni incantesimo nel dettaglio. Il reverendo Dan Reehil ha infatti comunicato via email a tutti gli studenti della scuola cattolica privata e ai loro genitori che i libri scritti da J.K.Rowling e che raccontano le avventure del maghetto inglese Harry Potter sarebbero stati rimossi dalla biblioteca. Secondo i media locali, il reverendo avrebbe deciso di approfondire la questione dopo una segnalazione fatta da un genitore preoccupato, giungendo alla conclusione che i libri presentano «la magia sia come forza del bene che del male, il che è una astuto inganno». La decisione del reverendo di rimuovere i libri dalla biblioteca sarebbe quindi arrivata dopo essersi consultato con diversi esorcisti, sia degli Usa che del Vaticano, che gli avrebbero confermato che «gli incantesimi sono reali» e pertanto «pericolosi».

 

(Credits immagine di copertina: Instagram harrypotterfilm)