Giorgia Meloni dice no alla nazionalizzazione delle autostrade, ma nel 2018 diceva il contrario | VIDEO

di Enzo Boldi | 13/07/2020

Giorgia Meloni

Sì alla revoca, ma no a una gestione pubblica delle autostrade. Lo ha detto questa mattina Giorgia Meloni in visita al nuovo Ponte di Genova in compagnia del governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti. La leader di Fratelli d’Italia ha sottolineato come il suo partito sia favorevole alla rimozione delle concessioni date – negli anni – alla società Autostrade, guidate da Atlantia (la holding della famiglia Benetton), ma si è detta contraria a un intervento dello Stato nella gestione dei vari tratti autostradali che rimarrebbero scoperti. Per questo chiede nuovi bandi, più stingenti.

LEGGI ANCHE > Paragone ricorda a Di Maio: «Hai chiesto ai Benetton di salvare Alitalia» | VIDEO

«Io sono a favore della revoca e sono per rimettere a gara la gestione dell’infrastruttura a condizioni diverse, con vincoli stringenti per contraenti e concessionari – ha detto Giorgia Meloni na margine della sua visita al nuovo ponte di Genova -. Non sono per la nazionalizzazione, sono per la gestione privata, ma con condizioni che convengano al pubblico. Che ci guadagnino solo i privati con utili miliardari senza dover fare niente non è giusto».

Giorgia Meloni contraria a un intervento dello Stato sulla gestione delle autostrade

Ma andiamo ad ascoltare cosa diceva la stessa Giorgia Meloni il 15 agosto del 2018, all’indomani della tragedia del Ponte Morandi.

Dopo quasi due anni, dunque, la posizione dei Giorgia Meloni sembra essere diametralmente opposta. Non tanto per la revoca della concessioni ad Autostrade – aspetto a cui è rimasta coerente -, ma per quel che riguarda l’intervento dello Stato. Il 15 agosto del 20218, infatti, affermava fermamente: «Basta concessioni private sulle concessioni delle autostrade. Le con concessioni vanno revocate tutte. Le autostrade vanno nazionalizzate, come accade in quasi tutta la civilissima Europa e come accade nella civilissima Germania». Poi disse che si trattava di una battaglia che FdI avrebbe portato in Parlamento. Oggi, però, si dice contro alla Nazionalizzazione.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Giorgia Meloni)