Giorgia Meloni si offende se la Gruber afferma che dice sciocchezze, ma fa confusione con il deficit

di Redazione | 03/10/2019

Giorgia Meloni
  • Giorgia Meloni litiga con la Gruber sul rapporto deficit/pil

  • Tuttavia, confonde i numeri e dice che l'anno scorso era stato fatto scendere all'1,4%

Giorgia Meloni e Lilli Gruber hanno alzato abbastanza la voce questa sera a Otto e Mezzo. La leader di Fratelli d’Italia era impegnata a rivendicare la sua posizione contraria all’Europa governata dagli interessi di Francia e Germania. Per avvalorare questa sua idea, ha affermato che l’esempio più lampante è la disparità di trattamento di Bruxelles rispetto ai governi con e senza Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE > Salvini dice che con il deficit/pil al 2,2% non ci fai niente

Giorgia Meloni litiga con Lilli Gruber

«Gruber, la smetta di affermare che io dico sciocchezze – incalza una aggressiva Giorgia Meloni -: sono stanca di questo atteggiamento. È vero o non è vero che l’anno scorso l’Unione Europea ha imposto un deficit/pil all’1,4% al governo che non le stava simpatico?». La domanda è stata posta più volte da Giorgia Meloni a una Gruber che ha evitato di risponderle nel merito. Ma la risposta sarebbe stata: no, non è vero.

La leader di Fratelli d’Italia ha confuso le acque. Al momento della presentazione della manovra, il rapporto deficit/pil, che il governo giallo-verde aveva inizialmente imposto al 2,4%, è sceso dopo un duro confronto con l’Unione Europea. Nella manovra, alla voce deficit/pil infatti, dopo una lunga trattativa, il governo si era fermato a un 2,04% (ricordate? Era stato molto criticato, anche dalla stessa Giorgia Meloni, il balletto di cifre).

L’idea di Giorgia Meloni di un deficit all’1,4%

Secondo Giorgia Meloni, tuttavia, in quella fase il governo era stato costretto a fissare il pil all’1,4%. Un errore, visto quanto si è detto in precedenza. Il ministro dell’Economia Giovanni Tria, successivamente, aveva annunciato – nel mese di luglio – di voler anticipare un taglio delle previsioni di spesa dello 0,3%, ma soltanto per l’anno seguente, quando sarebbe stata redatta la manovra per il 2020. In questa fase, invece, il governo attuale ha fissato il rapporto deficit/pil al 2,2%.

FOTO: Giorgia Meloni nel corso della puntata di Otto e Mezzo del 3 ottobre