Come Giorgia Meloni ha fatto cambiare idea a Salvini sugli Stati Generali: «Se andiamo, ci vengono a prendere con i forconi»

di Gianmichele Laino | 11/06/2020

Fratelli d'Italia

C’è una sola persona che ha deciso, per tutto il centrodestra, il no agli Stati Generali convocati da Giuseppe Conte a Villa Doria Pamphili. E quella persona è Giorgia Meloni. Del resto, basta ripercorrere le cronache delle dichiarazioni alle agenzie di stampa nel corso degli ultimi giorni, da quando cioè il presidente del Consiglio Giuseppe Conte aveva convocato la riunione e l’aveva allargata anche alle opposizioni. Emblematico, ad esempio, Matteo Salvini che – in un primo momento – aveva detto: «Se mi invitano accetto, sono una persona educata».

LEGGI ANCHE > Giorgia Meloni dice che c’è sempre una scusa per non far votare gli italiani

Giorgia Meloni ha convinto Salvini e Berlusconi a non partecipare agli Stati Generali

Oggi, il Corriere della Sera ha affermato che Giorgia Meloni gli ha fatto cambiare idea, trascinandosi dietro anche Forza Italia. La sua posizione sarebbe stata più o meno questa: «Io non vengo – avrebbe detto -. Rendetevi conto che se la gente ci vede arrivare in una villa mentre fuori c’è una crisi drammatica, ci viene a prendere con i forconi».

Insomma, le motivazioni che spingono il centrodestra a rinunciare al confronto in questi Stati Generali dell’Economia che prenderanno il via il prossimo 12 giugno nel cuore di un polmone verde di Roma non sono di merito, quanto di metodo. Sembra quasi che sia l’idea della villa a disturbare Giorgia Meloni e a renderla più preoccupata rispetto alla partecipazione al futuro politico ed economico del Paese.

La sua forte ascesa nei sondaggi, poi, ha tirato con sé anche i due alleati di centrodestra che sembrano essere sempre più Fratelli d’Italia-dipendenti. Giorgia Meloni, in poco tempo, si sta ritagliando il ruolo di leader della coalizione, anche a discapito di Matteo Salvini che, ormai, è costretto a inseguirla su qualsiasi punto.