Mondiale Femminile, Giamaica-Italia 0-5: Tripletta di Girelli e doppietta di Galli. Azzurre agli ottavi

di Enzo Boldi | 14/06/2019

Giamaica-Italia

Alle 18, allo Stade Auguste-Delaune di Reims, l’Italia si gioca il suo primo match point per la qualificazione ai quarti di finale dei Mondiali di calcio femminile. Le azzurre di Milena Bertolini si troveranno di fronte la Giamaica (sconfitta 3-0 all’esordio dal Brasile). In caso di successo al termine dei 90 minuti, la nostra Nazionale sarebbe qualificata di diritto alla fase a eliminazione diretta (risultato che manca dal 1991 quando, in occasione dell’esordio del torneo, l’Itali fu eliminata dalla Norvegia), nonostante la vittoria dell’Australia sulle verdeoro che metterà più pressione sulle nostre ragazze (passano le prime due di ogni raggruppamento e le quattro migliori terze). Giamaica-Italia rappresenta il passaggio dal sogno alla realtà.

LEGGI ANCHE > Bonansea esulta come Totti (e battere l’Australia all’ultimo porta bene)

Prima di Giamaica-Italia erano scese in campo, nella giornata di giovedì, Brasile e Australia con la vittoria in rimonta da parte delle ragazze oceaniche che hanno ribaltato lo 0-2 portando a casa i primi tre punti del loro Mondiale Femminile con uno scoppiettante 3-2 finale. Un risultato che potrebbe complicare il cammino delle nostre azzurre che, però, hanno una grande opportunità di mettere il punto sulla loro qualificazione ai quarti sconfiggendo le giamaicane.

Giamaica-Italia, la cronaca live

SECONDO TEMPO

94′ – Finisce così: Giamaic-Italia 0-5. Le azzurre si qualificano agli ottavi di finale con un turno di anticipo. Martedì, ore 21 a Valenciennes, la sfida al Brasile per le posizioni in classifica.

81′ – ANCORA GOL DELL’ITALIA. Giugliano serve in profondità Aurora Galli che dribbla il portiere e insacca a porta vuota. Doppietta per lei e Giamaica-Italia 0-5

72′ – Terza e ultima sostituzione per l’Italia: fuori la grande protagonista Girelli, dentro Giacinti.

71′ – GOL DELL’ITALIA! Con un destro potentissimo da fuori area, Aurora Galli trova la quarta rete delle azzurre. Giamaica-Italia 0-4.

69′ – Un cross sbagliato di Blackwood diventa pericoloso. Giuliani tocca il pallone che sbatte sulla traversa.

65′ – Seconda sostituzione per l’Italia: dentro Galli, fuori Bergamaschi

58′ – Errore del nostro portiere Sara Giuliani che perde il pallone. Shaw non sfrutta e Giugliano recupera a porta sguarnita. Sul prosieguo dell’azione la stessa giamaicana, tentando una rovesciata, colpisce in pieno volto Sara Gama.

57′ – Prima sostituzione per le azzurre esce Guagni ed entra Boattin.

55′ – L’Italia è ancora in controllo. La rete dopo 30” dall’inizio del secondo tempo sembra aver cancellato la voglia di rivalsa delle giamaicane.

46′ – TRIPLETTA DI GIRELLI! Manuela Giuliano crossa in mezzo, il portiere esce a vuoto e l’attaccante della Juventus segna di testa (anzi, di viso). Giamaica-Italia: 0-3

46′ – Primo cambio nella Giamaica: esce C. Swaber ed entra Sweatman.

PRIMO TEMPO

45’+3 – Il primo tempo di Giamaica-Italia termina sullo 0-2. Grande protagonista della prima frazione Cristiana Girelli

45′ – Saranno tre i minuti di recupero in questa prima frazione.

36′ – Le azzurre continuano a tenere le redini della partita con la Giamaica che prova a pungere sugli esterni, senza portare troppi grattacapi a Giuliani.

29′ – La Giamaica prova a reagire, ma Sara Gama si fa trovare pronta e devia in angolo con un colpo di testa in tuffo.

28′ – Ancora occasione da palla inattiva per l’Italia. Sempre su calcio d’angolo prima Bonansea di tacco impegna il portiere, poi Sabatino calcia a botta sicura, ma il pallone finisce sulla traversa.

25′ – RADDOPPIO AZZURRO! Un cross basso da calcio d’angolo passa in mezzo alle gambe di tante giocatrici, ma Girelli è prontissima e segna di ginocchio. Giamaica-Italia 0-2

20′ – Dopo il gol azzurro la partita vive una fase meno intensa rispetto ai primi minuti. Ora sono le ragazze italiane a provare ad agire in ripartenza.

12′ – GOL DELL’ITALIA – Questa volta Girelli calcia rasoterra alla destra del portiere e insacca il vantaggio azzurro. Giamaica-Italia 0-1.

 

11′ – RIGORE PARATO! Cristiana Girelli calcia alla sinistra di Scheider che riesce a respingere. Il Var, però, fa ripetere il tutto perché il portiere si è mossa prima che la nostra azzurra toccasse il pallone.

9′ – Il Var valuta un eventuale rigore per fallo su Sabatino in area. È rigore per le azzurre.

8′ – L’Italia mantiene il pallino del gioco, ma le giamaicane sono molto temibili in contropiede. Per ora la difesa azzurra tiene.

5′ – Barbara Bonansea prova il destro dalla distanza, ma la sua conclusione è centrale e bloccata da Scheider.

3′ – Italia subito pericolosa con il passaggio filtrante di Bonansea sporcato dalla difesa giamaicana che poi, con qualche patema, spazza in corner.

1′ – Via, si parte con Giamaica-Italia. Le caraibiche si schierano con un 4-4-2 che in fase offensiva diventa un 4-2-4. Le azzurre con un classico 4-3-3.

Così in campo

Ecco le formazioni ufficiali:

Giamaica (4-4-2): Scheider; Campbell, A. Swaby, Plummer, Blackwwod; Adamolekun, Solaun, C. Swaber, Asher; Shaw, Grey. Ct Menzies

Italia (4-3-3): Giuliani; Guagni, Gama, Linari, Bartoli; Bergamaschi, Cernoia, Giugliano; Bonansea, Girelli, Sabatino. Ct. Bertolini

Giamaica-Italia: ci si gioca l’accesso ai quarti di finale

Giamaica-Italia, dunque, sembra esser molto più decisiva di quel che ci si aspettava il giorno della formazione dei sei gironi. Le azzurre vengono dalla straordinaria vittoria all’ultimi respiro sull’Australia grazie a una straordinaria doppietta dell’attaccante Barbara Bonansea. Un risultato che ha fatto aumentare ancor di più l’entusiasmo nel gruppo, già partito carico per questa esperienza Mondiale che ci mancava dal lontano 1999. Milena Bertolini, in conferenza stampa, ha messo in evidenza tutte le insidie che le nostre avversarie potrebbero portare: dalla fisicità all’intensità. Servirà una partita giocata come fatto nel secondo tempo del primo match.

 

Le nostre avversarie e Bob Marley

La storia della nazionale giamaicana di calcio femminile è molto curiosa e unita da un nome che ha fatto la storia del Paese: Bob Marley. Il cantante, morto a Miami alla giovane età di 36 anni, era un grande appassionato di calcio. In molte occasioni, anche prima e dopo i suoi concerti, è stato visto divertirsi giocando a pallone con gli amici. Un amore che ha trasferito anche alla figlia Cedella Marley, che ha di fatto salvato il movimento femminile nell’isola caraibica. Dopo la mancata qualificazione alle Olimpiadi del 2008, infatti, la federcalcio giamaicana stava per smantellare la Nazionale femminile. L’intervento della figlia del Re del reggae, però, salvò la situazione: venne a conoscenza di quanto stava accadendo (tra le tante cose mancavano anche le maglie per le calciatrici), attaccò la federazione per i fondi tagliati solo al movimento femminile e finanziò – anche con l’aiuto di sponsor – la rinascita del movimento. Mai canzone del padre fu più azzeccata: «No Woman, no cry».

(foto di copertina: FIFA Women’s World Cup)