Gela, esplosione in un mercatino. Diversi feriti | VIDEO

di Enzo Boldi | 05/06/2019

Un boato pazzesco, il fumo e le fiamme che si alzano in cielo mentre le persone tentano la fuga. Il bilancio dell’esplosione al mercatino di Gela (Sicilia) è per ora di 12 feriti, di cui almeno quattro ricoverate in gravi condizioni in Ospedale. A esplodere è stata una bombola di gas in una rivendita di polli allo spiedo allestita su un furgone nel mercatino che si svolge settimanalmente a Gela in via Madonna del Rosario, nei pressi della stazione centrale. Tre persone, tra cui una donna, che erano sul furgone sono stati investiti in pieno dall’esplosione, numerosi avventori sono rimasti gravemente ustionati.

Gela, esplosione in un mercatino: quattro feriti gravi

«Ci sono più di 12 feriti, di cui 4 in gravi condizioni – ha detto Lucio Greco, sindaco della città siciliana tracciando un primo bilancio all’AdnKronos -. Due feriti sono stati già trasportati in elicottero all’ospedale Cannizzaro di Catania e gli altri due andranno a Palermo e a Catania  Devo ringraziare tutto il personale del Vittorio Emanuele perché nonostante le condizioni dell’ospedale ha fatto un ottimo lavoro e ha ben fronteggiato la situazione».

Colpa di una bombola del gas

Secondo le prime ricostruzioni, a esplodere è stata una bombola di metano installata su uno dei furgoni che solitamente partecipano al mercatino settimanale di Gela. Il gas serviva per alimentare le cucine portatili della polleria, uno de banchi mobili del mercato, che vendeva polli allo spiedo ai clienti. L’onda d’urto ha travolto le tre persone che erano sul mezzo e tutti gli altri banchetti lì attorno.

(foto di copertina: ANSA)

TAG: Gela