La circolare di Gabrielli sull’uso dei social: «L’immagine del poliziotto prevale su quella del cittadino»

25/10/2019 di Gaia Mellone

La circolare di Gabrielli sull'uso dei social: «L’immagine del poliziotto prevale su quella del cittadino»

Il Capo della polizia e direttore generale della pubblica sicurezza Franco Gabrielli ha diffuso una circolare in cui richiama gli agenti di polizia ad utilizzare i social network con consapevolezza e in maniera consona al ruolo che ricoprono, sia per quanto riguarda la diffusione di materiale che per l’espressione di opinioni e commenti.

La circolare di Gabrielli sui social: «L’immagine del poliziotto prevale su quella del cittadino»

LEGGI ANCHE> Il capo della Polizia sul poliziotto che insulta le vittime di stupro: «Non saremo indulgenti»

Il caso della foto di Christian Gabriel Natale Hjorth, i post che incitano all’odio e al razzismo, i commenti che giustificano stupri. Sono solo alcuni degli episodi dell’ultimo anno che hanno messo sotto la lente di ingrandimento l’utilizzo dei social network da parte di poliziotti, spesso scandalizzando l’opinione pubblica e gettando fango sulla categoria professionale. Per questo motivo, il Capo della Polizia Franco Gabrielli ha diffuso una circolare in cui richiama i suoi agenti a mantenere «un comportamento sempre improntato al massimo rispetto dei principi costituzionali e della dignità della persona» anche sui social network, dove «l’immagine del poliziotto prevale su quella del cittadino». Vietato quindi diffondere «informazioni e dati, e pubblicare notizie, immagini ovvero audio relativi ad attività di servizio» e obbligatorio mantenere «massimo equilibrio, cautela e attenzione nella partecipazione a discussioni su forum sul web» in maniera da non compromettere «efficacia e sicurezza dei servizi oltre a collidere con obblighi di mantenimento del segreto d’ufficio»

(Credits immagine di copertina:  ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)

Share this article