Matteo Salvini non ha capito la frase di Saviano «la cocaina ti attiva con il mondo»

di Gianmichele Laino | 06/09/2019

frase cocaina Saviano
  • Roberto Saviano ha parlato della cocaina al festival di Venezia

  • In occasione, ovviamente, del documentario tratto dal suo libro ZeroZeroZero

  • Matteo Salvini sembra aver frainteso una sua frase

Basterebbe aver letto con più attenzione l’intervista che Roberto Saviano ha rilasciato nel corso della presentazione al Festival del Cinema di Venezia del documentario ZeroZeroZero tratto dal suo libro-inchiesta sui narcos della cocaina. Oppure, basterebbe aver letto il libro per capire i toni con cui molto delicato è stato trattato. Invece, Matteo Salvini si limita alle trasposizioni e cade in errore, attaccando a ogni costo lo stesso scrittore per una frase pronunciata nel corso della presentazione stessa.

LEGGI ANCHE > Salvini replica a Giuseppe Conte: «Bastava Saviano o Travaglio a pronunciare gli insulti che mi ha fatto»

Frase cocaina Saviano, l’attacco di Salvini

Roberto Saviano ha detto che, per sottrarre la cocaina dal mercato illegale, bisognerebbe legalizzarla. Si tratta di un discorso che si fa spesso anche con altre tipologie di droga e che è alla base di alcuni ragionamenti fatti da grandi Stati occidentali (si pensi alla posizione del Canada sulla cannabis). Inoltre, Roberto Saviano ha provato a spiegare perché la cocaina, tra le droghe, è quella che viene facilmente venduta e smerciata al mercato nero: «Perchè la cocaina regna? Perché la vita è una merda, ti fa sentire sempre troppo brutto, troppo povero, troppo grasso, ti fa lavorare sempre di più e infatti la prendono operai edili, tassisti, chirurghi, la cocaina ti attiva con il mondo al contrario dell’eroina che ti disattiva – ha detto Saviano -. Ecco perchè muove l’economia».

Salvini non sembra aver ben compreso la frase cocaina Saviano

Immancabile il tweet di Matteo Salvini che, adesso, sta provando a chiamare a raccolta i suoi followers sui suoi bersagli storici.

La frase, estrapolata dal contesto, potrebbe sembrare una sorta di invito al consumo della cocaina, confermata anche dal commento dello stesso Matteo Salvini: «Questo è pericoloso». Ma il senso della frase non era questo e l’attacco del senatore leghista sembra far parte di questa nuova strategia da quando è all’opposizione: far pensare al mondo che gli altri sono tutti brutti e cattivi.