Fiorello (per ora) andrà solo su RaiPlay

di Gianmichele Laino | 02/06/2019

Fiorello
  • Rosario Fiorello, dopo l'esperienza a Radio Dee Jay, è pronto a tornare in Rai

  • Realizzerà un prodotto esclusivo per RaiPlay, la piattaforma web del servizio pubblico

  • Ma evita qualsiasi polemica sul suo compenso

Lo show con il papillon e la scritta ‘Fiorello‘ sul palcoscenico lo ha già fatto. Parola sua. Non ci sarà nulla di tutto questo nell’ennesima vita del conduttore e artista sulla Rai. Rosario Fiorello è pronto a tornare all’ombra di viale Mazzini, un legame troppo forte per poter essere abbandonato. Sarà lui la nuova punta di diamante del servizio pubblico firmato dall’amministratore delegato Fabrizio Salini. Ma la sua nuova esperienza in Rai sarà esclusivamente nel segno della sperimentazione: troppi programmi, oggi, hanno 20 anni di vita.

Il nuovo progetto di Fiorello in Rai

«Stiamo discutendo il progetto di Raiplay e pensiamo a una serie di contenuti che passino anche sulla tv generalista. Molti dicono: “Tanto Fiorello non farà tv per stare solo su Raiplay”. Quindi c’è il partito: “Ditegli di tornare su Raiuno”. E poi c’è chi sa tutto: “Non va a fare la prima serata perché ha l’ansia degli ascolti, non si vuole più misurare».

Insomma, Fiorello sta preparando la sua nuova squadra di autori per realizzare un progetto innovativo sulla piattaforma della Rai che guarda interamente o quasi al digitale. Un habitat prezioso – soprattutto viste le ultime indicazioni del mercato – che però ha bisogno di lavori ambiziosi. E Fiorello, da questo punto di vista, rappresenta la scelta giusta.

Fiorello e le inutili polemiche sul suo cachet

Purché non si discuta di cachet: «Non mi vergogno di guadagnare tanto. Sono partito da zero e da solo. Da ragazzo ho lavorato come un cane senza chiedere un soldo alla mia famiglia, che tra l’altro non avrebbe potuto aiutarmi. Non rubo niente a nessuno. Non voglio fare il populista demagogo: pago le tasse su quello che guadagno e sono felice se i soldi vengono impiegati per costruire strade e ospedali».

Su questo tema, poi, Fiorello non può risparmiarsi – nel corso della sua intervista rilasciata a Repubblica – un passaggio su Fabio Fazio: «Non sono così stupido da volere il suo posto del lunedì sera. La storia intorno a lui è quasi una comica: mi ha fatto ridere quando ha detto ‘mi manca solo Rai Yo Yo’».

TAG: FIorello