Artista fa causa a Federica Panicucci e a Marco Bacini: «Hanno usato la mia opera sui loro capi di abbigliamento»

di Gaia Mellone | 22/10/2019

Artista fa causa a Federica Panicucci e a Marco Bacini: «Hanno usato la mia opera sui loro capi di abbigliamento»

L’artista 34enne noto come Julian T ha fatto causa alla società fondata dallo showgirl Federica Panicucci e dal compagno Marco Bacini per aver utilizzato l’immagine di una sua opera senza previo consenso, violando quindi il diritto d’autore.

Artista fa causa a Federica Panicucci e a Marco Bacini: «Hanno usato la mia opera sui loro capi di abbigliamento»

L’immagine in questione è una riproduzione dell’opera “Impact Marylin Monroè”, dove sul ritratto della famosa attrice vi è una macchia di colore realizzata con una «particolare modalità di pittura, che consiste in una ‘macchia’ di colore» che viene realizzata tramite «l’esplosione di vasi di vetro-cristallo contenenti vernice». L’opera era stata esposta per la prima volta in una mostra a Milano tra il 2015 e il 2016 ed era poi stata riprodotta in numerosi cataloghi e riviste anche all’estero. Ma l’artista non aveva mai dato il suo consenso a far stampare l’opera sulle magliette e felpe «del marchio ‘Let’s Bubblè riconducibile alle società B&G Luxury Goods srl e Just4Fun srl», come si legge nella citazione. Immediatamente l’artista seguito dallo studio Lione Sarli ha presentato diffida alla società richiedendo che le immagini di commercializzazione venissero «immediatamente rimosse dai siti web, che commercializzavano il brand, gli articoli portanti le immagini dell’Opera». A quel punto tra l’artista e la società di sarebbe tentato di trovare una «soluzione bonaria», per via del «tentativo di transazione» avviato dalla società. Società che però ha continuato «a sponsorizzare il marchio con le magliette sulla pagina Instagram della Let’s Bubble e sulla pagina personale della nota signora Federica Panicucci» socia e testimonial della catena di abbigliamento. Così facendo, l’illecito si è perpetrato con la rimozione solo parziale dell’Opera che continuava ad essere«illegittimamente riprodotta e sfruttata economicamente».

L’artista quindi ha richiesto un risarcimento a carico delle società pari a 412mila euro. Per quanto riguarda Federica Panicucci invece, è stato richiesto il pagamento di una cifra che verrà ritenuta equa dal giudice.

(credits immagine di copertina: Instagram federicapanicucci)