Infinita Italia dello sci a Bansko: Curtoni, Bassino e Brignone monopolizzano il podio

di Redazione | 25/01/2020

Elena Curtoni

Non succede spesso, ma quando capita è bellissimo: tre azzurre nelle prime tre posizioni. È quanto accaduto questa mattina, 25 gennaio, a Bansko, nella seconda discesa libera femminile in due giorni. Elena Curtoni strappa il suo primo successo in carriera, davanti a Marta Bassino e a Federica Brignone. Per l’atleta si tratta della prima vittoria, ottenuta partendo con il pettorale numero 28 e favorita, su avversarie più blasonate di lei, dalla migliore visibilità sulla pista.

LEGGI ANCHE > C’è un signore sullo Stelvio, si chiama Dominik Paris

Elena Curtoni e altre due italiane sul podio

È il tassello che aggiunge un tocco di colore a una giornata che sembrava già trionfale, grazie al fatto che le altre due ragazze terribili – ovvero Marta Bassino e Federica Brignone – si erano piazzate davanti a Michaela Shiffrin, la regina della coppa del mondo, l’americana imbattibile, la giovane stella che ha di fronte a sé tutti i record da polverizzare.

Le tre atlete azzurre sono racchiuse tutte in quindici centesimi. Un soffio, un respiro, un battito di cuore. Alla fine, sono tutte e tre nel leader’s corner, a salutare il primo successo di Elena Curtoni, sorella minore di Irene, la velocità sugli sci contrapposta alla geometria da slalomista della sorella. Elena Curtoni, classe 1991, torna sul podio dopo il terzo posto di Saint Moritz nel 2016.

Non solo Elena Curtoni: il momento d’oro di Bassino e Brignone

Continua la cavalcata trionfale di Marta Bassino, che quest’anno – ai risultati ottimi del gigante (anche un successo per lei) – sta aggiungendo al suo palmarés preziosi punti anche nelle discipline più veloci. E continua anche il sogno di Federica Brignone, la più regolare delle azzurre, sempre in splendida forma: al secondo posto in classifica generale di coppa del mondo – superata Petra Vhlova – e al comando di quella di specialità in gigante. Mancava quella spinta in più che oggi sarebbe potuta arrivare da Sofia Goggia. La bergamasca, caduta nella discesa di ieri, è vittima di una forte contusione che le ha fatto saltare, in via prudenziale, la giornata di oggi. Che, per i colori azzurri, è stata comunque trionfale.

TAG: Sci