Addio a Doris Day, la «fidanzata d’America»

di Enzo Boldi | 13/05/2019

Doris Day
  • Si è spenta a 97 anni Doris Day, icona del cinema made in Usa

  • Era considerata la "Fidanzata d'America", dopo i suoi successi anche come cantante

  • La sua storia fatta di tragedie familiari da cui ha sempre saputo ripartire

È morta all’età di 97 anni Doris Day, la popolare attrice e cantante statunitense, che divenne un’icona dello star system come la ‘fidanzata d’America‘. L’annuncio del suo decesso è stato dato dalla fondazione che porta il suo nome e la notizia è stata riportata da tutti i mediata Usa.  Nata a Cincinnati il 3 aprile del 1922, raggiunse il successo radiofonico negli anni ’40 come cantante. Per il grande schermo ha interpretato 39 film e ha vinto un Golden Globe e un Grammy Award. I suoi ruoli cinematografici la portarono a diventare una star molto apprezzata a livello mondiale.

LEGGI ANCHE > Addio a Peter Mayhew, il Chewbacca di Star Wars

Figlia di un musicista e di un’appassionata d’arte , entrambi profughi dalla Germania del primo dopoguerra, Doris Day, il cui vero nome era Anne Kappelhoff, arriva al successo dopo un’infanzia travagliata: prima la morte del fratello maggiore, poi la separazione dei genitori, infine un drammatico incidente d’auto che le preclude il sogno di diventare ballerina classica. Sceglie di seguire la passione del padre per il canto e da lì è iniziata la sua scalata verso il successo.

Doris Day è morta a 97 anni

Allo scoppiare del secondo conflitto mondiale è già una star. E tuttavia sarà il cinema a cambiarle la vita, grazie ad un incontro casuale con il regista Michael Curtiz. Un successo immediato che la porta ad un lungo contratto con la Warner e a 39 film nel ruolo che la renderà famosa, di fidanzata d’America. Sono quasi tutte commedie sorridenti e rassicuranti, ma sempre realizzate con impeccabile professionismo da ‘Té per due’ a ‘Non sparare, baciami diretti a ritmi alterni da Curtiz e David Butler.

Dalla radio al cinema: una vita di successi e quel titolo di ‘fidanzata d’America’

Allo scadere del contratto con la Warner, gira con Hitchcock ‘L’uomo che sapeva troppo’ poi forma una coppia d’oro con Rock Hudson che ricorderà sempre come il suo partner prediletto. Alla morte del marito, nel ’69, si allontana dal grande schermo per la tv dove il ‘Doris Day Show’ otterrà immutato successo fino al ’75. Negli ultimi anni, vegetariana convinta e attivista repubblicana, viveva in un ranch, circondata dagli amati cani. Un secondo matrimonio si era concluso con un divorzio dopo soli sei anni.

(foto di copertina: Dpa)

TAG: Doris Day