Donald Trump rilancia nuovi dazi sulle merci dalla Cina, le Borse in calo

di Gaia Mellone | 02/08/2019

Donald Trump rilancia nuovi dazi sulle merci dalla Cina, le Borse in calo
  • Nuova tappa nella guerra commerciale tra Usa e Cina

  • Donald Trump ha annunciato una nuova imposizione di dazi a partire da settembre

  • Le borse vanno ko

Donald Trump ha annunciato a sorpresa l’imposizione di nuovi dazi al 10% a partire da settembre sulle merci in arrivo da Pechino a partire dal primo settembre di quest’anno. Una nuova tappa della guerra commerciale dei dazi che ormai fa da padrone nei rapporti tra i due grandi paesi.

LEGGI ANCHE > Donald Trump e la storica stretta di mano con Kim Jong Un sul confine tra le due coree

Donald Trump rilancia nuovi dazi sulle merci dalla Cina, le Borse in calo

Nuove tassazioni sulle merci al 10%, per un valore totale di 300 miliardi di dollari.  «Xi Jinping non si sta muovendo abbastanza velocemente» ha tuonato Donald Trump dal comizio tenuto a Cincinnati, aggiungendo che «per 20 anni i cinesi hanno portato via al nostro Paese miliardi di dollari, è arrivato il momento di fermare questa pratica. Abbiamo perso centinaia di migliaia di miliardi per colpa della Cina, il presidente Xi è un grande amico e questo lo capisce».

Ecco allora l’imposizione di nuovi dazi, è la terza ondata dall’inizio della guerra dei dazi. Ma Pechino ribatte dopo pochissime ore sostenendo che le nuove tassazioni «violano l’accordo di giugno tra il presidente Xi Jinping e Donald Trump per riavviare il negoziato» che era partito con o’obbiettivo di sciogliere le tensioni tra i due paesi. Il ministero del commercio ha aggiunto che se i dazi entreranno effettivamente in vigore dal primo settembre, «tutte le conseguenze ricadranno sugli Stati Uniti».

Gli effetti sul mercato finanziario non si sono fatti attendere. A Tokyo l’indice Nikkei lascia il 2,11%, Hong Kong ha perso il 2,15%, Shanghai l’1,45% e Shenzhen l’1,65%. Sulla scia delle borse asiatiche e di Wall Street anche quelle europee hanno subito un grave colpo. Milano ha registrato perdite pesanti in particolare sui listini industriali, da Smt a Fca, da Cnh a Pirelli, e lo spread tra Btp e Bund è  a 207 punti base dopo un balzo in area 210.

 

 

(credits immagine di copertina: © Liu Jie/Xinhua via ZUMA Wire)