Diego Costa, attaccante dell’Atletico Madrid, tossisce sui giornalisti in miexed-zone | VIDEO

di Enzo Boldi | 12/03/2020

Diego Costa
  • La follia al termine del match contro il Liverpool

  • Per non rispondere alle domande, Diego Costa tossisce contro i giornalisti

  • Un comportamento da sprovveduto per l'attaccante dell'Atletico Madrid

È evidente come il mondo dello sport continui a sottovalutare l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Nonostante la decisione dell’Oms di dichiarare la pandemia, nelle ultime ore abbiamo assistito a immagini degradanti: dalla Uefa che continua a non decidere la sospensione delle manifestazioni, all’assembramento dei tifosi dentro e fuori gli stadi per accompagnare le proprie squadre (anche quelle che giocavano a porte chiuse, come Psg-Borussia Dortmund) al ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Poi arriva quel ‘buontempone’ di Diego Costa che ha voluto ironizzare tossendo in faccia ai giornalisti in mixed-zone.

LEGGI ANCHE > Coronavirus, positivo Rugani della Juventus. Primo calciatore di Serie A

L’attaccante spagnolo dell’Atletico Madrid ha attraversato la mixed-zone di Anfield dopo l’impresa della sua squadra che è riuscita a eliminare dalla Champions League i campioni d’Europa in carica del Liverpool. Per non rispondere alle domande dei cronisti – anche loro accalcati – invece di procedere spedito verso l’uscita, ha deciso di simulare colpi di tosse, rivolti proprio ai giornalisti.

Diego Costa tossisce sui giornalisti in mixed-zone

Una scena aberrante che simboleggia la totale inadeguatezza del mondo del calcio a prendere seriamente la situazione che non era solo cinese, non è solo italiana e, ormai, non è solo Europea. Tutto il mondo, come dichiarato dall’Oms, è in piena emergenza sanitaria.

Il caso Daniele Rugani

Questa scenetta disdicevole (per usare un eufemismo) è andata in scena mentre in Italia arrivava la notizia del primo calciatore risultato positivo al tampone sul Covid-19. Si tratta del difensore della Juventus Daniele Rugani. La seria A era già stata sospesa prima dell’esito di questo test, ma ora i calciatori di Juventus e Inter (ultima squadra affrontata dai bianconeri domenica 8 marzo) e tutti e due gli staff sono costretti alla quarantena.

(foto di copertina: da FutbolBible, su Twitter)