Alla Lavagna, dopo Salvini arriva Toninelli: ma la Rai sbaglia il trailer | VIDEO

20/11/2018 di Gianmichele Laino

Niente, non gliene va bene una. Anche quando è ospite di un programma (all’apparenza innocuo) sulla televisione pubblica come Alla Lavagna! – il format di Raitre dove un personaggio famoso della politica si confronta con una classe di bambini di scuola elementare – Danilo Toninelli riesce a essere al centro di una gaffe.

Danilo Toninelli Alla Lavagna!, ma il programma fa una gaffe

In vista della puntata di questa sera, Raitre ha pubblicato il trailer dell’incontro di Toninelli con i bambini che – per la maggior parte – non lo conoscevano. Qualcuno lo ha definito «con la faccia simpatica», qualcun altro ha proposto la definizione di «nerd». In realtà, però, la cosa che ha fatto più ridere è stata il curriculum proposto dalla trasmissione.

Secondo quanto riportato dalla voce narrante del trailer, Danilo Toninelli si sarebbe avvicinato alla politica negli anni 2000, quando «è stato consigliere regionale del M5S». Una incongruenza: Toninelli è stato eletto senatore nella passata legislatura e anche in quest’ultima. In base alle regole del Movimento 5 Stelle, che non prevedono cariche per più di due mandati, Toninelli sarebbe stato un fuorilegge.

Ecco l’errore su Danilo Toninelli Alla Lavagna!

A sbagliare, però, questa volta sono stati gli autori del programma Alla Lavagna!. Toninelli, infatti, non è mai stato eletto consigliere regionale. L’attuale ministro dei Trasporti è stato fondatore del gruppo attivisti del Movimento 5 Stelle cremasco nel 2009 ed è stato candidato in due elezioni locali: alle regionali della Lombardia nel 2010 come consigliere per la Provincia di Cremona e alle amministrative 2012 come consigliere comunale a Crema. Ma non è mai stato eletto.

Insomma, un errore piuttosto grave. Curioso che a capitarci in mezzo sia proprio Danilo Toninelli, che nel passato recente si è reso protagonista di diverse gaffe. Questa volta, però, non è stata colpa sua. Certo è che questo episodio contribuirà a far aumentare le polemiche sull’approssimazione di un programma che, già nella sua prima puntata con Salvini, aveva mostrato lacune e gaffe social. Come quella della foto scelta per presentare la puntata, con un bambino con la maglietta rossa lasciato in disparte rispetto agli altri suoi compagni.

[FOTO: screenshot del trailer proposto da Raitre]

Share this article