Coronavirus, Playboy annuncia che il prossimo numero sarà l’ultimo del 2020

di Thomas Cardinali | 19/03/2020

coronavirus playboy

Anche Playboy alza bandiera bianca dopo il dilagare dell’emergenza coronavirus in tutto il mondo e annuncia la sospensione della pubblicazione cartacea. annuncia la sospensione della pubblicazione della sua edizione cartacea. La verità però è ancora più duro per il mensile più amato dagli uomini: le gravi difficoltà finanziarie dopo oltre 70 anni di storia costringeranno  l’editore ad interrompere la stampa per tutto il 2020. La prima copertina vide addirittura protagonista la divina Marilyn Monroe nel dicembre del 1953.

L’annuncio è stato dato dal sito online di PlayBoy, che continuerà comunque ad essere aggiornato e i prossimi numeri saranno disponibili in digitale:

“La scorsa settimana, quando i disagi causati dal coronavirus nella produzione di contenuti e nella catena dei fornitori sono diventati sempre più evidenti, siamo stati costretti ad accelerare un discorso fatto internamente. Abbiamo deciso che il nostro numero di Primavera 2020, che sarà nelle edicole Usa e disponibile online questa settimana, sarà la nostra ultima pubblicazione cartacea negli Usa per quest’anno», si legge nel post. Tuttavia, le edizioni online di Playboy, così come alcune edizioni internazionali, proseguiranno regolarmente”.

Poi arriva una riflessione su quello che ha significato la rivista in tanti anni:

“Nel corso degli ultimi 66 anni siamo diventati più di una semplice rivista. E a volte bisogna lasciare andare il passato per fare spazio al futuro», si legge ancora nel post. Del resto, la morte del fondatore Hugh Hefner nel 2017 all’età di 91 anni, segnò la fine di un’epoca per Playboy, già fiaccata da un costante calo delle vendite”.

Nel corso degli anni PlayBoy ha visto in copertina grandissimi volti femminili quali Anita Ekberg, Charlize Theron, Madonna, Naomi Campbell, mentre la prima italiana a posare sulla versione USA fu l’attrice Paola Tedesco nel secondo numero del gennaio 1954.