Sarà una Coppa Italia senza tempi supplementari

di Enzo Boldi | 10/06/2020

Coppa Italia senza supplementari

Ancora manca la deroga all’ultimo dpcm, ma la Rai ha già definito il palinsesto (ovviamente in chiaro) per i match di ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Juventus-Milan, dopo l’1-1 dell’andata, si disputerà venerdì 12 giugno allo Stadium, con fischio d’inizio e diretta televisiva a partire dalle 21. Il giorno dopo, alla stessa ora – e sempre su Rai 1 -, sarà il turno di Napoli-Inter (1-0 per i partenopei a San Siro) allo Stadio San Paolo. Il tutto però, sarà accompagnato da un cambio epocale rispetto a quanto accaduto nella storia recente della competizione: sarà una Coppa Italia senza supplementari.

LEGGI ANCHE > In Abruzzo si potrà giocare a basket e beach volley, ma solo con i guanti

L’ufficialità è arrivata dopo il Consiglio della Lega di A. In caso di parità – sommando il risultato delle gare d’andata a quello del ritorno – si procederà direttamente con i calci di rigore. Il passaggio in finale – che si disputerà allo Stadio Olimpico di Roma mercoledì 17 giugno – sarà deciso dagli undici metri qualora l’equilibrio non dovesse rompersi all’interno dei 90 minuti dei tempi regolamentari.

Coppa Italia senza supplementari

Un cambiamento non di poco conto visto che la competizione, da anni, è accompagnata dai 30 minuti aggiuntivi in caso di parità al termine dei tempi regolamentari e nella somma dei risultati tra le gare di andata e di ritorno. Con lo stadio vuoto – perché, come ovvio, entrambi i match (e anche la finale) si disputeranno a porte chiuse -, svanisce definitivamente il fattore campo che aveva concesso tramite i sorteggi iniziali combinato al numero di testa di serie, ad alcune squadre (in questo caso Juventus e Napoli) di assicurarsi la possibilità di usufruire dei tempi supplementari all’interno del proprio stadio.

(foto di copertina: da Pixabay)