Fanno discutere i consigli di Conte sul sesso: “Sotto la partner e con la moglie, così si evitano prestazioni eccezionali”

di Redazione | 23/11/2019

Antonio Conte
  • Dal 31 maggio 2019 Antonio Conte è allenatore dell'Inter

  • In squadra è noto per la sua indole da leader e per il controllo maniacale di ogni aspetto della vita dei giocatori

  • Alimentazione, gestione del tempo libero, comportamenti sessuali: fa tutto parte della tattica di gioco

Antonio Conte prende davvero molto sul serio la preparazione atletica dei suoi giocatori e la tattica di gioco che prevede una partita. Scendere in campo per una competizione implica un atteggiamento convinto e concentrato, quello che si avrebbe nell’affrontare una vera e propria battaglia. Sì, perché di questo si tratta per Antonio Conte: e a rimanere in piedi è soltanto uno. Per vincere, lui che di vittorie se ne intende, il tecnico dell’Inter ha le idee molto chiare e altrettanto vuole che siano quelle dei suoi giocatori, da cui si aspetta un comportamento ineccepibile. Perché la partita comincia molto prima e il risultato finale non può prescindere da una serie di fattori a suo dire ugualmente importanti, al pari della tecnica di gioco: alimentazione, stile di vita, hobby e abitudini sessuali.

LEGGI ANCHE > I calciatori di Inter-Juve e quel festino «a luci rosse»

Il Kamasutra di Antonio Conte

L’allenatore, intervistato da L’Equipe, ha mostrato di essere molto attento a ogni aspetto della vita dei suoi giocatori. Un controllo quasi maniacale su ciò che li riguarda, finalizzato all’ottenere da loro, in campo, sempre il meglio, sempre di più. La vittoria è l’unico obiettivo perseguibile, quando si gioca la partita, per la sconfitta non c’è spazio. E per vincere servono rinunce, servono rigore e disciplina. A dirlo, è colui che è considerato uno dei migliori allenatori al mondo.

Questo riguarda anche i comportamenti sotto le lenzuola. Al quotidiano sportivo francese il cinquantenne si è definito uno spirito libero e si è lanciato in alcuni consigli importanti sul sesso. Potrebbero sembrare delle battute, magari anche un po’ indelicate, ma invece la sua mania di controllo è tale da crederci sul serio. Non scherza, quindi, quando dice: «In periodo di competizioni il rapporto non deve durare a lungo, bisogna fare il minor sforzo possibile, quindi è meglio rimanere sotto la partner». Ma le idee chiare non ce le ha solo in circa la posizione più consona, quella che fa stancare di meno il giocatore in procinto di combattere la sua battaglia. Perché l’elemento davvero fondamentale, che può fare la differenza, è anche un altro: l’identità della partner. E qui, il confine con la caduta di stile viene superato: «Consiglio di farlo con la propria moglie così non si è costretti a una prestazione eccezionale».

https://twitter.com/noiverinteristi/status/1197998685621235712?s=20