Compilation Sanremo 2020 senza Diodato, ecco perché | Esclusiva

di Thomas Cardinali | 11/02/2020

Si è appena conclusa l’edizione dei record, ma c’è sempre qualche nuova polemica che emerge attorno al festival della canzone italiana e l’ultima riguarda la compilation Sanremo 2020 con le canzoni dei big e delle nuove proposte. Il doppio cd esce ogni anno con Tv Sorrisi e Canzoni e contiene di norma tutti i brani in gara, ma quello che è saltato subito all’occhio quest’anno è l’assenza di tre brani: “Nell’estasi o nel fango” di Michele Zarrillo, “Dov’è” de Le Vibrazioni e, soprattutto, “Fai rumore” con cui Diodato ha vinto il 70esimo festival della canzone italiana.

Subito é cominciato a serpeggiare un certo malumore tra i fan, dato che Diodato è stato dato subito come uno dei favoriti per la stampa sin dagli ascolti di Milano. In passato è capitato che alcuni brani restassero fuori dalla compilation, ma non quello vincitore questo ha lasciato tutto alquanto perplessi.

Carosello Records spiega l’assenza nella compilation Sanremo 2020

L’assenza di “Fai rumore” dalla compilation Sanremo 2020 è quindi ancor più clamorosa, per questo motivo abbiamo contattato direttamente là Carosello Records, casa discografica di Diodato che ha chiarito cosa sia accaduto:

Il brano non è stato inserito all’interno della tradizionale compilation Sanremo 2020 a causa di una questione relativa ai diritti tra casa discografica e Mondadori. Non vogliamo dare altre specificazioni in merito”.

Svelato quindi l’arcano, resta comunque davvero incredibile che Tv Sorrisi e Canzoni non abbia fatto tutto il possibile per inserire il potenziale brano vincitore all’interno di una compilation che sembra quasi perdere di significato. Probabilmente il problema è stato di natura economica, ma davanti alle nostre richieste di chiarimenti la casa discografica non ha commentato ulteriormente. Non vi resta dunque che acquistare “Che vita meravigliosa” lo splendido album di Diodato che si esibirà anche in due spettacolari instore accompagnati da un live a Roma e Milano.