Salvini è pronto a sedersi in strada a Civitavecchia contro i rifiuti provenienti da Roma

di Enzo Boldi | 26/11/2019

Civitavecchia

La decisione del Campidoglio di spedire mille tonnellate di rifiuti in più nel sito di raccolta dei rifiuti di Civitavecchia non è piaciuta a molti. In fondo non è gratificante vedere la propria città – e le proprie strutture create ad hoc – invasa anche dai rifiuti esterni, anche se dietro un accordo con tanto di conguaglio economico. E l’aria di protesta e mobilitazione ha stuzzicato anche l’appetito polemico di Matteo Salvini che, rivolgendosi ai cittadini, ha promesso di essere al loro fianco nel giorno in cui decideranno di sedersi in strada per bloccare i camion di spazzatura provenienti dalla capitale.

LEGGI ANCHE > Virginia Raggi spedisce i rifiuti romani a Civitavecchia: «Misura temporanea»

«Se i cittadini mi chiameranno, sono pronto sedermi anche in mezzo alla strada a fermare dei camion che rappresentano una profonda ingiustizia sociale – ha detto Matteo Salvini in uno comizio di piazza nella città amministrata Ernesto Tedesco -. Mi auguro che la risolviate in altra maniera. Anche perché mi aspettavo di tornare a Civitavecchia per altro, non per l’invasione della immondizia di Roma».

Civitavecchia e Salvini in strada contro i rifiuti di Roma

Il leader della Lega, abbandonato il dolcevita e la giacca di velluto sfoggiata quando si reca in Emilia Romagna, dunque, è pronto a difendere la città di Civitavecchia dai rifiuti provenienti da Roma, dopo l’ordinanza firmata da Virginia Raggi nei giorni scorsi per destinare mille tonnellate in più di spazzatura che rende stracolmi tutti i centri di raccolta capitolini. Il segretario del Carroccio, promette di essere al fianco dei cittadini nelle strade.

Le proteste e il Bella Ciao

E mentre Salvini parlava alla piazza leghista, alcuni manifestanti contro la Lega hanno intonato le note e le parole di Bella Ciao. Alcuni contestatori hanno esposto cartelli sia contro i rifiuti provenienti dalla Capitale, sia contro i piani annunciati dal leghista che vorrebbe inceneritori sparsi per tutta Italia per risolvere il problema rifiuti (non solo a Roma).

(foto di copertina: ANSA/MASSIMO PERCOSSI)