La consigliera Pd che organizza i viaggi ad Auschwitz chiamata «Anna Frank dai capelli rossi della Tuscia»

di Redazione | 17/01/2020

Civita Castellana

La sua colpa? Aver denunciato che la giunta di Civita Castellana ha tagliato i fondi alle scuole per un viaggio ad Auschwitz. Vanessa Losurdo è una consigliera comunale di minoranza del Partito Democratico che, da giorni, è vittima di attacchi squallidi in rete. Tra i tanti messaggi di odio e le offese subite, è stata chiamata, sempre su Facebook, la «Anna Frank dai capelli rossi della Tuscia».

LEGGI ANCHE > Civita Castellana, la giunta cancella il viaggio ad Auschwitz: “E allora le foibe?” 

Civita Castellana, offese alla consigliera che ha combattuto la cancellazione delle visite ad Auschwitz

La vicenda di Civita Castellana è nota: la giunta aveva deciso, prima di Natale, di tagliare i viaggi studio delle scuole al campo di concentramento di Auschwitz, ufficialmente per motivi di bilancio. La giunta di Civita Castellana, a maggioranza centro-destra, aveva decisio di attuare questo taglio nei programmi di istruzione finanziati dagli enti locali. La notizia aveva suscitato scalpore e Nicola Zingaretti, segretario del Pd e presidente della regione Lazio, si era offerto di finanziare – con i fondi della stessa regione – il viaggio ad Auschwitz degli alunni di Civita Castellana.

La reazione politica a Civita Castellana

Ma questo non ha fermato le polemiche nel piccolo paesino in provincia di Viterbo. Anzi, sul web, la consigliera comunale che si era battuta e che aveva denunciato il taglio del progetto è stata presa di mira sui social network.

Il segretario cittadino del Pd Mattia Catalani ha registrato anche la solidarietà da parte del gruppo di maggioranza alla consigliera Losurdo: «Sono contento che l’amministrazione abbia espresso solidarietà alla consigliera Vanessa Losurdo. Tuttavia, non posso ritenermi in accordo con la colpevolezza dell’opposizione di aver generato il clima di tensione e malessere».

TAG: Auschwitz