Ciro su Maria Paola: «La sua famiglia ripeteva che l’avevo infettata, minacce anche a mia madre»

Il fidanzato della ragazza parla dal suo letto di ospedale

di Redazione | 14/09/2020

Ciro su Maria Paola

Il post su Instagram, poi l’intervista al Corriere della Sera. Per Ciro, ancora oggi, esiste solo Maria Paola Gaglione, la ragazza di 22 anni che è stata costretta a finire fuori strada dal fratello che non accettava la loro relazione. La giovane è morta, mentre Ciro è sul letto di un ospedale per riprendersi dalle ferite che il fratello della sua compagna gli ha causato aggredendolo dopo l’incidente. Ciro su Maria Paola ha rilasciato toccanti dichiarazioni.

LEGGI ANCHE > Per il Tg1, il ragazzo di Maria Paola Gaglione si chiama Cira

Ciro su Maria Paola ha spiegato la loro storia d’amore che durava da tre anni

«Vivevamo ad Acerra – dice – perché la sua famiglia non ha mai accettato la nostra relazione. Diceva che eravamo due femmine. Ma io avevo 15 anni quando ho avvertito di essere un uomo. Mi sentivo e mi sento un uomo e Maria Paola mi ha sempre amato come uomo. Invece, la sua famiglia andava in giro nel quartiere a dire che io l’avevo infettata. Ma come si fa anche solo a pensare una cosa del genere?».

Con un post su Instagram, Ciro ha provato a sfogare il suo dolore, ha provato a riavvicinarsi ancora una volta a Maria Paola, con cui aveva una storia d’amore lunga almeno tre anni:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Amore mio.., oggi sono esattamente 3 anni di noi, 3 anni. A prenderci e lasciarsi in continuazione.. avevo la mia vita come tu avevi la tua.. ma non abbiamo mai smesso di amarci.. dopo 3 anni ti stavo vivendo ma la vita mi ha tolto l’amore mio più grande la mia piccola. Non posso accettarlo perché Dio non mi ha chiamato me? Perché proprio a te amore mio.. non riesco più a immaginare la mia vita senza te.. non ci riesco. Non riesco più a dormire penso a te 24 su 24 amore mio, mi manchi, mi manchi tantissimo. Eri l’unica per me, l’unica che mi amava veramente. Non posso accettarlo ancora.. non ci riesco. Mi mancano le tue carezze.. mi manca quanto mi svegliavi la mattina a darmi fastidio. Mi manca tutto di te., non ho mai smesso di amarti dal primo giorno che ti ho vista.., Ti amerò sempre piccola mia.💔🖤

Un post condiviso da Paola ∞ (@ciromigliore_) in data:

Ciro su Maria Paola e le minacce alla madre

Poi, ha lasciato la parola alla madre, che gli è sempre stata vicina, in tutti i momenti della sua vita. «Ho capito che era così – dice sempre al Corriere della Sera – e a me va bene. Invece la famiglia di Maria Paola si è presentata da me, il fratello, il padre: hanno minacciato di bruciarmi la bancarella (la donna è ambulante al Parco Verde di Caivano, ndr)». Ma non c’è stata mai nessuna denuncia. E oggi quella scelta potrebbe aver pesato.

TAG: Omofobia