Nuove minacce per Chiara Appendino: ricevuta una busta con un proiettile

di Enzo Boldi | 15/05/2019

Chiara Appendino minacciata
  • Martedì è stato inviata una lettera con dentro un proiettile indirizzato a Chiara Appendino

  • La sindaca di Torino: «Continuerò a lavorare come ho sempre fatto. Non mi fermeranno»

  • Solo qualche mese fa alcuni plichi esplosivi erano stati indirizzati alla prima cittadina

Dopo i plichi esplosivi di qualche mese fa, il Palazzo di Città di Torino torna a essere il palcoscenico delle minacce nei confronti della massima istituzione Comunale. Ancora una volta, infatti, è stata inviata una lettera con all’interno un proiettile. Il destinatario era Chiara Appendino, sindaca del capoluogo Piemontese, come già accaduto qualche mese fa con i pacchi bomba intercettati dalla Polizia. La prima cittadina ha denunciato l’accaduto alle forze dell’ordine e ha condiviso il contenuto di quella busta sui social, spiegando che non si farà intimidire certamente da queste minacce continue nei suoi confronti.

LEGGI ANCHE > Pacco bomba per la sindaca Appendino: «Poteva esplodere»

La lettera minatoria è stata ricevuta martedì mattina a Palazzo di Città, la sede del Comune di Torino. Nessun mittente, ma solo l’indirizzo e il destinatario: Chiara Appendino. La foto del plico è stata condivisa sui canali social ufficiali della sindaca che ha ribadito come tutto ciò non fermerà certamente il suo lavoro che porterà avanti «con la massima determinazione», come già fatto dopo gli episodi che l’hanno vista sfortunata protagonista solo qualche mese fa.

 

Chiara Appendino minacciata con un proiettile

Chiara Appendino minacciata non è certamente una novità. Purtroppo, la sindaca di Torino è stata oggetto in questi mesi di diversi fatti similari e per questo motivo le è stata assegnata la scorta. «Tutta la mia vicinanza a Chiara Appendino, sindaca di Torino, per l’ennesima inaccettabile minaccia subita – scrive il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede su Facebook -. Forza Chiara vai avanti, stai lavorando benissimo. Siamo tutti con te».

(foto di copertina: da profilo Twitter di Chiara Appendino)