L’università di Siena, alla fine, ha condannato le frasi del professore Castrucci

di Gianmichele Laino | 02/12/2019

Caso Castrucci

Alla fine, dopo un tweet interlocutorio nella serata di ieri, l’Università di Siena ha preso una posizione ufficiale sul caso Castrucci. Emanuele Castrucci è il professore di Filosofia del Diritto dell’ateneo toscano che aveva utilizzato Twitter per esporre alcune teorie giudicabili come revisioniste in merito alla figura storica di Adolf Hitler o del testo dei protocolli dei savi anziani di Sion.

LEGGI ANCHE > Il professor Castrucci dell’università di Siena scrive una frase in difesa di Hitler, per il rettore parla a titolo personale

Caso Castrucci, la reazione dell’Università di Siena

Il rettore Francesco Frati ha dato l’autorizzazione alla pubblicazione di una nota: «Il rettore personalmente e a nome di tutta l’Università di Siena condanna con fermezza i contenuti filo-nazisti del post pubblicato su Twitter dal prof. Castrucci». Poi, si passa alla dichiarazione dello stesso rettore Frati: «L’ateneo che ho l’onore di rappresentare – ha detto Frati – si è sempre caratterizzato per il forte impegno anti-fascista e combatte con forza tesi revisioniste neonaziste e forme di discriminazione nei confronti di qualsiasi popolo. Le vergognose affermazioni del prof. Castrucci offendono la sensibilità dell’intero ateneo; ho già dato mandato agli uffici di prendere provvedimenti adeguati alla gravità del caso».

Caso Castrucci, il provvedimento atteso

Ora, occorrerà capire come l’ateneo di Siena deciderà di procedere. Le misure disciplinari potrebbero essere anche piuttosto gravi, anche se si tratta di un terreno inesplorato dalle università italiane. Fa riflettere che alle soglie del 2020, alcuni docenti di prestigiosi atenei potrebbero essere colpiti da sanzioni disciplinari per tesi revisionistiche del nazismo.

TAG: Siena