L’avvocato di Carola Rackete: «Ora quereliamo Salvini»

di Gianmichele Laino | 05/07/2019

Carola querela Salvini
  • Carola Rackete ha intenzione di querelare Matteo Salvini

  • Lo ha affermato l'avvocato Alessandro Gamberini a Radio Cusano Campus

  • La capitana resta indagata

Ora, la capitana Carola Rackete va al contrattacco. Per giorni la narrazione politica l’ha accusata di essere la nemica principale del popolo italiano, a partire dalle dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini. L’avvocato che difende la 31enne tedesca e la ong Sea Watch in Italia, ovvero Alessandro Gamberini, ha annunciato che verranno presi dei provvedimenti nei confronti di chi ha offeso la sua assistita in queste ore. Carola querela Salvini, dunque. E il documento sarebbe già pronto.

LEGGI ANCHE > Gli effetti di Carola Rackete sulla gente: vandalizzata auto di un turista tedesco a Ferrara

Carola querela Salvini, l’annuncio dell’avvocato

Come Sea Watch noi abbiamo già preparato la querela nei confronti del ministro Salvini – ha detto Gamberini a Radio Cusano Campus -. Non è facile raccogliere tutti gli insulti che Salvini ha fatto in queste settimane e anche le forme di istigazioni a delinquere nei confronti di Carola, cosa che è ancora più grave se fatta da un ministro dell’interno. Nel circuito di questi leoni da tastiera abituati all’insulto, è lui che muove le acque dell’odio. Una querela per diffamazione è il modo per dare un segnale. Quando le persone vengono toccate nel portafoglio capiscono che non possono insultare gratuitamente».

Ovviamente Alessandro Gamberini ricorda come Matteo Salvini abbia quell’esperienza politica che manca a Carola Rackete che non ha potuto reggere il confronto mediatico con un leader così popolare. In questo contesto, il legale ha spiegato che non era stato affatto comunicato alla capitana – così come aveva invece affermato Salvini – che lo sbarco sarebbe stato autorizzato dal Viminale il giorno dopo se la nave non avesse forzato il blocco.

Le indagini su Carola Rackete

«La battaglia è stata vinta, ma la guerra continua» – ha detto l’avvocato di Carola Rackete. Nonostante sia stata liberata, infatti, la capitana resta indagata per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e per il reato previsto dall’articolo 1100 del Codice della navigazione. Un processo determinerà chi ha avuto ragione in tutta questa vicenda che ha causato non solo attenzione dal punto di vista mediatico, ma ha anche gettato valanghe di odio nei confronti di chi non se lo meritava. Carola Rackete – lo si ricorda – ha salvato quasi 50 vite da un naufragio sicuro.

Carola querela Salvini, la risposta del ministro

Immediato il commento del ministro dell’Interno Matteo Salvini rispetto a quanto annunciato dal legale di Carola Rackete. Con un tweet infatti il leader della Lega ha affermato: «Infrange leggi e attacca navi militari italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni».