Carlo Ancelotti contro «Regione, Comuni e Commissari» per lo stato degli spogliatoi del San Paolo

di Gaia Mellone | 11/09/2019

Carlo Ancelotti contro «Regione, Comuni e Commissari» per lo stato degli spogliatoi del San Paolo
  • Carlo Ancelotti molto critico sulle condizioni degli spogliatoi del San Paolo dopo le Universiadi

  • «Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato»

  • Le scuse del commissario straordinario Basile: «Per venerdì sarà tutto a posto»

Carlo Ancelotti si scaglia contro «Regione, Comuni e Commissari» definendosi «costernato». A scatenare la discordia è lo stato degli spogliatoi dello stadio San Paolo, le cui condizioni alla fine dei lavori realizzati per le Universiadi sarebbero ancora inaccettabili per l’allenatore.

LEGGI ANCHE > Paolo Bargiggia se la prende con il Napoli per aver scelto un «allenatore a fine carriera» come Ancelotti

Carlo Ancelotti contro «Regione, Comuni e Commissari» per lo stato degli spogliatoi del San Paolo

«Ho visto le condizioni degli spogliatoi del San Paolo. Non ci sono parole»: la critica mossa da Carlo Ancelotti dal sito ufficiale del club partenopeo è impietosa. «Io ho accettato la richiesta della società di giocare fuori casa le prime due partite per consentire che i lavori si ultimassero, come era stato promesso – continua il tecnico, che però polemizza ancora- In due mesi si può costruire una casa, non sono stati in grado di rifare gli spogliatoi!»

A rendere Ancelotti particolarmente indignato e nervoso sono anche le tempistiche. I lavori dovevano già essere ultimati, ma la situazione attuale vede gli spogliatoi ancora inagibili, mentre si avvicina l’appuntamento sportivo. «Dove dovremmo cambiarci per giocare contro Sampdoria e Liverpool? Sono indignato per la scorrettezza e l’inadeguatezza di chi doveva eseguire questi lavori» continua Ancelotti che quindi attacca «Regione, Comune e Commissari» chiedendogli come abbiano potuto «disattendere gli impegni presi?».  «Vedo un disprezzo e un non attaccamento alla squadra della città. Sono costernato» ha concluso quindi il tecnico.

Le scuse del commissario straordinario Gianluca Basile: «Fraintendimenti con l’impresa»

«Sono dispiaciuto per le parole di Ancelotti» ha risposto Gianluca Basile, il commissario straordinario per le Universiadi interpellato da Ansa. Basile spiega quindi che probabilmente «c’è stato qualche fraintendimento ma con l’impresa che esegue i lavori avevamo concordato che giovedì avrebbero finito di arredarli e pulire e venerdì avremmo potuto consegnarli al Calcio Napoli». Basile ha poi rassicurato che per venerdì sarà tutto in ordine.

(Credits immagine di copertina: © Alberto Gandolfo/Pacific Press via ZUMA Wire)