Boris Johnson è uscito dalla terapia intensiva

di Redazione | 09/04/2020

Boris Johnson

Boris Johnson non si trova più in terapia intensiva. La notizia è stata anticipata dal portavoce del premier a Downing Street: nel pomeriggio, il premier britannico è uscito dal reparto e si trova ancora presso l’ospedale St. Thomas dove è sottoposto alle cure del caso. Riceverà, stando al portavoce, un monitoraggio ancora più attento per capire se il suo stato di salute potrà incontrare quei segnali di miglioramento che si erano intravisti già nei giorni scorsi.

LEGGI ANCHE > Boris Johnson è in terapia intensiva

Boris Johnson fuori dalla terapia intensiva

Boris Johnson era entrato in terapia intensiva nella giornata di lunedì 6 aprile, in seguito all’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Il premier britannico, che ha chiesto al ministro degli Esteri Dominic Raab di fare le sue funzioni per tutto il periodo del suo ricovero, non è mai stato sottoposto a respirazione artificiale, ma gli è stato somministrato dell’ossigeno. Possibile che il ricovero al St. Thomas proseguirà anche nei prossimi giorni.

Già nella mattinata, in ogni caso, erano stati dati segnali incoraggianti in merito allo stato di salute del primo ministro. Era stato lo stesso Raab a fornire alcune indicazioni in proposito affermando: «Il premier continua a fare progressi positivi: i suoi pensieri e le sue preghiere sono per le famiglie e gli amici di chi è morto e la sua gratitudine va al personale sanitario, ai volontari, a coloro che restano a casa».