Blocco studentesco cita Mussolini, ma sbaglia l’italiano e scrive «mediterannea»

di Redazione | 27/03/2019

Blocco studentesco
  • Blocco studentesco è l'associazione legata a Casapound

  • Hanno ricoperto l'Italia di manifesti per celebrare il centenario dei Fasci italiani del combattimento

  • Nicola Fratoianni prende in giro il loro errore di grammatica

Hanno fatto il giro d’Italia. I manifesti dell’associazione Blocco Studentesco, il gruppo di studenti medi e universitari che si ispira a Casapound, ha riempito il nostro Paese di un manifesto con una citazione di Mussolini: da Bolzano a La Spezia, da Viterbo a Como, da Mestre a Novara, da Roma alle città della Sardegna. «La più audace, la più originale, la più mediterranea e la più europea delle idee», si legge. Si tratta di una frase del Duce per celebrare il centenario della costituzione dei Fasci italiani del combattimento.

Blocco studentesco sbaglia la citazione di Mussolini

Peccato che, oltre a essere una citazione che si ispira visibilmente a un movimento che è stato sciolto e le cui idee dovrebbe essere incostituzionale riproporre, contenga anche un vistoso errore di ortografia. Quelli di Blocco studentesco, infatti, hanno scritto «mediterannea» al posto di «mediterranea» e hanno stampato i manifesti in copie plurime.

La battuta di Fratoianni su Blocco Studentesco: «Prima l’italiano»

L’errore non è sfuggito a Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana, eletto in Parlamento con Liberi e Uguali: «Forse è arrivata l’ora – ha detto il leader di SI – che le Istituzioni di questo Paese prendano qualche provvedimento, e non mi riferisco solo alla rimozione di questo obbrobrio: serve un segnale chiaro contro chi viola le leggi e la Costituzione repubblicana. È arrivato il momento di sciogliere – ha concluso Fratoianni- tutte le organizzazioni neofasciste e neonaziste. In attesa che questo avvenga al più presto, un consiglio ai nipotini degli squadristi: leggano qualche libro in più e imparino la grammatica così eviteranno di stampare migliaia di manifesti con una frase del Duce scrivendo “Mediterannea”, con una erre in meno ed una enne in più… Prima l’italiano»