Biden è avanti in Pennsylvania, alcuni media Usa lo dichiarano vincitore delle elezioni

Oltre 5mila voti in più per il democratico

06/11/2020 di Gianmichele Laino

ELEZIONI USA 2020

In poche ore, Joe Biden ha recuperato uno svantaggio di 20mila voti in Pennsylvania e adesso – nello stato di Philadelphia – guida la contesa con oltre 5mila voti di vantaggio, soprattutto grazie al voto arrivato per posta. Il fatto che la Pennsylvania metta a disposizione 20 grandi elettori consentirebbe a Joe Biden di arrivare a 273 Grandi Elettori, superando di 3 la soglia magica che gli consegnerebbe la presidenza. Per questo motivo, alcuni media specializzati Usa hanno iniziato a dichiarare la vittoria di Joe Biden come presidente degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE > Biden passa avanti in Georgia, ormai è questione di tempo

Biden in Pennsylvania è avanti: supera Trump di 5mila voti

È il caso di Decision Desk HQ Project, ad esempio, che ha praticamente assegnato – in base alle sue proiezioni – lo stato a Joe Biden, facendo scattare automaticamente la vittoria:

Biden in Pennsylvania è avanti, così come negli altri stati chiave

Una notizia che renderebbe ufficiale, dunque, la fine della competizione più avvincente degli ultimi anni, condizionata da una serie di fattori, non ultimo quello del voto per posta che – a conti fatti – si è rivelato decisivo. Anche in Pennsylvania, infatti, la situazione è stata completamente ribaltata dai milioni di cittadini dello stato che hanno espresso la loro preferenza da remoto, nei giorni precedenti all’apertura dei seggi.

Proprio in virtù di questi elementi, Biden è avanti anche negli altri stati chiave del Nevada, dell’Arizona e della Georgia, che gli consentirebbero di fare un en plein di Grandi Elettori, riuscendo a ottenere più di 300 voti decisivi (la proiezione è di 306 Grandi Elettori, per l’esattezza) per la sua presidenza su un minimo di 270. Nel frattempo, a ulteriore conferma di quanto accaduto, lo spazio aereo in corrispondenza della residenza di Joe Biden è stato chiuso.

Share this article