Bersani contro un titolo del Fatto Quotidiano: «Mai detto che sarà un governo della disperazione»

di Gianmichele Laino | 01/09/2019

Bersani
  • Pierluigi Bersani è intervenuto in un dibattito organizzato dal Fatto Quotidiano

  • Il giornale ha riportato un suo virgolettato sul "governo della disperazione"

  • Bersani smentisce: il suo era un concetto molto diverso

Il tweet di Bersani alle 10 di mattina arriva subito a smentire un’affermazione riportata sul Fatto Quotidiano e a lui attribuitagli, in seguito al dibattito con Carlo Calenda alla Festa del giornale a Marina di Pietrasanta. Nel titolo di un articolo andato in stampa per l’edizione del 1° settembre del quotidiano diretto da Marco Travaglio, infatti, era stata attribuita a Bersani la frase: «Un governo della disperazione», lasciando intendere un’opinione negativa dell’esponente di Mdp – Articolo 1 sul nuovo nascituro esecutivo.

LEGGI ANCHE > Pier Luigi Bersani ha detto che avrebbe preso a cazzotti chi gridava «Ti stupro» a Carola

Bersani, la precisazione sulle sue parole alla festa del Fatto Quotidiano

Tuttavia, Bersani ha immediatamente precisato attraverso i suoi canali social:

Pierluigi Bersani non ha parlato di «governo della disperazione», ma ha affermato che in molti vedono questo tentativo di unire Pd e Movimento 5 Stelle come un necessario incontro tra disperazioni. Invece, l’opinione dell’ex segretario del Partito Democratico è che questo governo possa rappresentare quell’occasione di confronto e di dialogo tra due partiti che ebbero un primo avvicinamento proprio durante il suo tentativo di formare un governo nel 2013 e che adesso hanno l’occasione di lavorare insieme, partendo da punti condivisi.

La differenza tra governo delle correzioni e governo della disperazione

Il tono delle parole di Bersani riportate all’interno dell’articolo, infatti, è ben diverso rispetto a quello che si lascia intendere nel titolo. La precisazione nel tweet dell’ex segretario dem fuga poi ogni dubbio. Bersani ha poi retwittato anche il messaggio di un suo follower che spiegava come lo stesso politico avesse parlato, nel corso della festa del Fatto Quotidiano a Marina di Pietrasanta, di «governo delle correzioni». Un concetto, insomma, completamente diverso di quello riportato nel virgolettato del Fatto Quotidiano.

FOTO: ANSA/ FRANCO BOLZONI