Mondiali Femminili, l’Italia batte l’Australia all’esordio! Doppietta di Bonansea

di Enzo Boldi | 09/06/2019

Australia-Italia

Vent’anni dopo. È il grande giorno del ritorno in campo della nazionale italiana ai Mondiali femminili di calcio. Dalle 13, allo Stade du Hainaut di Valenciennes, le ragazze guidate in panchina da Milena Bertolini scenderanno sul prato verde per affrontare la loro prima sfida: Australia-Italia. Le azzurre, arrivate in Francia con il sogno di stupire e divertirsi, proveranno a regalare un sorriso ai tifosi italiani che dal lontano 1999 non vedevano la nostra Nazionale femminile impegnata nella competizione più importante.

LEGGI ANCHE > Brasile, Australia e Giamaica: le avversarie dell’Italia al Mondiale femminile

Australia-Italia, la cronaca live

SECONDO TEMPO

96′- Triplice fischio! Le azzurre conquistano i primi tre punti!

95′- GOL DELL’ITALIA! Bonansea di testa sfrutta l’indecisione della difesa australiana. L’attaccante colpisce sul cross di Cernoia e l’Italia è in vantaggio! Australia-Italia 1-2.

92′- Punizione di Van Egmond dal lato corto dell’area di rigore: Giuliani ci mette il pugno e sventa il pericolo.

91′ – Kerr si fa trovare libera in area, calcia di prima intenzione ma Gama si fa trovare pronta ed evita che la conclusione finisca in porta.

90′ – L’arbitro concede 5 minuti di recupero.

87′- L’Australia si riversa in attacco, ma la difesa azzurra controlla abbastanza agevolmente, nonostante qualche svarione di troppo.

82′ – Terzo cambio per l’Australia: esce Yallop, entra Kellong Knight.

80′ – Sabatino trova il gol del vantaggio azzurro, ma la sua posizione è, nuovamente, di fuorigioco. Splendido l’assist di Giugliano, ma l’attaccante italiana era oltre la linea della difesa.

79′ – Altra occasione per l’Italia, ma il guardalinee alza di nuovo la bandierina. Le australiane hanno, però, rischiato l’autorete.

77′ – L’arbitro grazia De Vanna per un altro intervento da giallo dopo l’ammonizione di due minuti prima. L’Australia continua a giocare in 11, nonostante l’intervento duro della calciatrice.

76′ – Terza sostituzione per l’Italia: entra Giacinti ed esce Bergamaschi. Azzurre sempre più offensive

75′ – Primo cartellino giallo per l’Australia. Ammonita De Vanna

71′ – Ripartenza azzurra, ma Bergamaschi è in fuorigioco e l’azione viene vanificata.

70′ – Secondo cambio per l’Australia: dentro Gorry, fuori Raso.

69′- Terza ammonita tra le azzurre: dopo Gama e Girelli, giallo anche per Cernoia.

68′ – Il Var interviene sul fallo di mano dell’Australiana De Vanna per il quale le azzurre hanno reclamato. Il tocco di mano è evidente, ma l’addetto alla video-assistenza valuta involontario il colpo di mano dell’australiana. Niente rigore per l’Italia.

67′ – Sam Kerr si libera in area e sfiora il gol. Il guardalinee, però, alza la bandierina: fuorigioco.

66′ – Le azzurre lamentano un fallo di mano in area di rigore. L’arbitro lascia correre.

65′ – Azione insistita dell’Italia, ma le Australiane liberano in corner.

64′ – L’Australia aumenta la sua pressione. Il colpo di testa di Kennedy, su azione di calcio d’angolo, finisce fuori non di molto.

63′ – Ammonita Girelli per un intervento in ritardo su Yallop.

62′ – Occasione per l’Australia. Il pallone crossato rasoterra attraversa l’area piccola. Le azzurre riescono a districarsi e a con una diagonale di Linari.

60′ – Prima sostituzione per l’Australia. Fuori Logarzo, dentro De Vanna.

58′ – Secondo cambio per l’Italia: Esce Mauro entra Sabatino.

55′ – PAREGGIO DELL’ITALIA! Bonansea recupera palla sulla trequarti, dribbla un’australiana a con freddezza batte in scivolata Williams. Australia-Italia 1-1

53′ – Occasione per Foord. Il cross dalla destra attraversa tutta l’area di rigore. L’Australiana a tu per tu con Giuliani si lascia ipnotizzare dal portiere delle azzurre che esce a valanga e si oppone alla conclusione.

49′ – Brutto contrasto a centrocampo con Foord che colpisce con la gamba tesa Cernoia. L’arbitro lascia proseguire. Poi chiede l’intervento del Var. La review non porta a nulla. L’intervento australiano era al limite del rosso.

48′ – Bartoli subito incisiva: affonda sulla sinistra e guadagna un calcio d’angolo. Il corner, però, non crea difficoltà alla difesa dell’Australia.

46′ – Inizia il secondo tempo. Il ct Milena Bertolini fa subito un cambio: dentro Elisa Bartoli e fuori Aurora Galli. Si passa al 442. Si riparte con queste 22:

AUSTRALIA (4-1-4-1): Williams; Carpenter, Polkinghorne, Kennedy, Catley; Van Egmond; Raso, Yallop, Foord, Logarzo; Kerr. Ct Milicic

ITALIA (4-4-2): Giuliani; Bergamaschi, Gama, Linari, Guagni; Bartoli, Giugliano, Cernoia, Mauro; Girelli, Bonansea. Ct Bertolini

PRIMO TEMPO

45’+2 – Arriva il duplice fischio: Australia-Italia 1-0. Le azzurre chiudono il primo tempo in sofferenza, dopo un inizio incoraggiante. Il ct Bertolini proverà a cambiare subito a inizio ripresa. Si scalda l’esterno della Roma Elisa Bartoli. L’Italia è apparsa intimidita dal vantaggio australiano.

45′ – L’arbitro Borjas concede due minuti di recupero.

41′ – Azzurre in affanno nel contenere le discese dell’Australia sugli esterni.

37′ – Grande ripartenza dell’Australia. Azione sulla destra, il cross trova sola in area Logarzo che colpisce di testa. Il tiro è centrale e Giuliani respinge. Sara Gama conclude il disimpegno mettendo il pallone in corner.

31′ – Nella prima mezz’ora di gioco le Australiane avanti nel punteggio e nel possesso palla. Il predominio anche nei passaggi tentati e riusciti.

30′ – Occasione per l’Italia, ma il guardalinee alza la bandierina. Il portiere Williams aveva, comunque, respinto in calcio d’angolo il tiro di Girelli.

28′ – Il Ct Bertolini inverte le due fasce. Galli passa a sinistra, mentre Cernoia si sposta sull’out destro.

26′ – Traversa dell’Australia. Van Egmond sbaglia il cross che diventa pericoloso. Il portiere azzurro tocca il pallone che finisce sul legno. Poi l’arbitro ferma l’azione offensiva per fuorigioco.

22′ – GOL DELL’AUSTRALIA. Sam Kerr si fa parare il rigore da Giuliani, ma sulla ribattuta è la più lesta di tutte e ribadisce in rete. Australia-Italia 1-0.

21′ – RIGORE PER L’AUSTRALIA. Sara Gama (ammonita) trattiene Sam Kerr che cade in area. L’arbitro fischia il penalty.

19′ – Occasione per l’Australia. Un calcio di punizione dalla destra viene respinto dalla difesa azzurra. Ne viene fuori un tiro dalla distanza che passa in mezzo ad alcune gambe e si spegne sul fondo.

17′ – Prosegue il buon momento delle azzurre, ma i due traversoni dalla destra vengono smanacciati dal portiere austaliano.

14′ – L’Italia prova a pungere ancora una volta. Il tiro dalla distanza di Guagni, però, si perde sul fondo senza creare problemi al portiere dell’Australia.

8′ – Giugliano lancia lungo verso Bonansea che supera in velocità la difesa australiana, resiste al tentativo di rimonta e supera il portiere avversario. La posizione di partenza è dubbia e dopo poco più di due minuti il Var certifica l’offside. Australia-Italia sempre sullo 0-0.

5′ – Reagisce l’Italia. Azione insistita sulla fascia destra di Galli, il suo traversone viene respinto dalla difesa australiana. Poi la verticalizzazione di Bergamaschi verso Mauro che tira, ma il portiere respinge.

3′ – Ancora dalla sinistra arrivano i pericoli per le azzurre: il cross finisce sulla testa di Sam Kerr che, però, manda il pallone sopra la traversa. È il secondo pericolo in pochi minuti.

2′ – Le australiane attaccano sulla sinistra. Il cross rasoterra per Sam Kerr sembra essere buono, ma il portiere azzurro Giuliani si oppone. L’arbitro, però, ferma tutto per fuorigioco.

1′ – L’Australia prova a partire subito forte, ma l’Italia è messa bene in campo e prova a ripartire in contropiede.

Ecco le formazioni ufficiali

AUSTRALIA (4-1-4-1): Williams; Carpenter, Polkinghorne, Kennedy, Catley; Van Egmond; Raso, Yallop, Foord, Logarzo; Kerr. Ct Milicic

ITALIA (4-3-3): Giuliani; Bergamaschi, Gama, Linari, Guagni; Galli, Giugliano, Cernoia; Mauro, Girelli, Bonansea. Ct Bertolini

 

Le nostre avversarie

L’Australia è una Nazionale che è riuscita sempre a ritagliarsi un ampio spazio di luce all’interno dei Mondiali Femminili. A parte l’edizione cinese del 1991 (la prima in assoluto) le ragazze oceaniche hanno partecipato a tutti gli eventi successivi, raggiungendo il passaggio alla fase a gironi nelle ultime tre occasioni. Il punto di forza delle australiane è l’attaccante Sam Kerr, veloce e potente. Gli occhi delle azzurre saranno puntati principalmente su di lei.

Il cammino dell’Italia

Australia-Italia oggi, Italia-Giamaica venerdì 14 giugno (ore 18 dallo Stade Auguste-Delaune di Reims) e poi il gran finale – sperando sia solo l’inizio di un lungo e bel percorso Mondiale – il martedì 18 giugno (ore 21, a Valenciennes) contro il Brasile. Queste le prime tre sfide che le nostre ragazze dovranno affrontare cercando di ottenere una qualificazione attesa da troppo tempo.

Il regolamento per la fase a gironi

A qualificarsi per i quarti di finale saranno le prime due di ogni raggruppamento (sono sei i gironi) e le quattro migliori terze. Per questo motivo, facendo i debiti scongiuri, il cammino delle nostre azzurre, che esordiscono con il match Australia-Italia, potrebbe regalare il primo tassello del sogno già a partire dalla prima gara. In caso di risultato positivo già oggi, infatti, le azzurre avrebbero un cammino abbastanza in discesa per superare la fase a gruppi e proseguire per quella a eliminazione diretta, raggiunta solamente nella prima edizione dei Mondiali Femminili di Cina 1991.

(foto di copertina: da Twitter Nazionale femminile di calcio)