Il CorSera rivela: «Attilio Fontana indagato per abuso d’ufficio»

di Enzo Boldi | 08/05/2019

Attilio Fontana
  • Il governatore della Regione Lombardia sarebbe stato indagato per abuso d'ufficio

  • A rivelarlo è il Corriere della Sera in merito alla maxi-inchiesta sulle tangenti scattata martedì

  • Già oggi il leghista potrebbe essere ascoltato dagli inquirenti

La maxi-inchiesta sulle tangenti tra politici e imprenditori del Nord Italia potrebbe provocare un grande effetto domino. Come riportato da Il Corriere della Sera, il governatore della Regione Lombardia, il leghista Attilio Fontana, sarebbe stato indagato per abuso d’ufficio da parte della Procura di Milano che già martedì, poche ore dopo l’invio delle 43 misure cautelari al’indirizzo di diversi esponenti della politica meneghina, aveva fatto il nome del presidente lombardo parlando, però, di parte offesa.

La contestazione riguarderebbe la nomina del suo ‘socio di studio’ Luca Marsico a un incarico all’interno della Regione Lombardia. Attilio Fontana potrebbe essere interrogato già oggi dagli inquirenti per chiarire la sua posizione. Martedì pomeriggio era stato ieri lo stesso procuratore di Milano, Francesco Greco, a chiarire che per un’ipotesi di presunta istigazione alla corruzione Fontana «è parte offesa». Il governatore, infatti, avrebbe rifiutato, ma senza denunciare, una proposta corruttiva da Gioacchino Caianiello, ex coordinatore provinciale di Forza Italia Varese, ora agli arresti, che con il dg di Afol Metropolitana, Giuseppe Zingale, avrebbe proposto nell’aprile 2018 a Fontana «consulenze onerose in favore dell’avvocato Luca Marsico».

Il CorSera rivela: Attilio Fontana indagato per abuso d’ufficio

La merce si scambio sarebbe stata la nomina, che non è mai avvenuta, di Zingale alla ‘direzione generale Istruzione Lavoro e Formazione della Regione’. Secondo quanto ricostruito dal Corriere della Sera, il procuratore di Milano Francesco Greco aveva però precisato anche che era «in corso di valutazione la posizione di Fontana sull’episodio relativo all’incarico ottenuto in Regione da Marsico», per un posto nel Nucleo di valutazione degli investimenti della Regione.

Già oggi l’interrogatorio con gli inquirenti

E proprio su questo incarico, secondo quanto riportato dal quotidiano, vertirebbe la contestazione di abuso d’ufficio nei confronti del Governatore Attilio Fontana. Ieri, infatti, la Dda milanese, guidata dall’aggiunto Alessandra Dolci, ha convocato e ascoltato diversi dirigenti della Regione ed acquisito una serie di documenti al Pirellone. E già nella giornata di mercoledì il leghista potrebbe essere ascoltato dagli inquirenti.

(foto di copertina: ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)