La squadra femminile AtalantaMozzanica si scioglie: «Meglio dare il massimo ai ragazzi, le donne facciano altro»

di Redazione | 24/07/2019

AtalantaMozzanica

Una storia triste, soprattutto in controtendenza. Mentre il calcio femminile sembrava vivere una nuova giovinezza, con l’esperienza delle ragazze mondiali arrivate ai quarti di finale del mondiale in Francia, l’AtalantaMozzanica veniva sciolta. Ora, la notizia è ufficiale. La formazione nata in un piccolo paese in provincia di Bergamo ha militato per diverso tempo in Serie A. Oggi, invece, l’esclusione dal campionato è diventata ufficiale.

LEGGI ANCHE > Quando omofobia e sessismo si incontrano, le vittime diventano donne e ballerini

Lo scioglimento dell’AtalantaMozzanica

«È purtroppo arrivato davvero il momento dei saluti – è stato comunicato sul sito ufficiale – Il Mozzanica non parteciperà al prossimo campionato di serie A. Finisce una stupenda avventura durata quasi vent’anni, nella quale una squadra di calcio femminile di un piccolo paese della bassa bergamasca, nata dal CSI è arrivata a sfiorare la vetta dell’Olimpo del pallone in rosa. Tramontata ormai anche la possibilità di un ricorso in extremis, la società è da oggi ufficialmente sciolta».

La notizia, ovviamente, ha scatenato un alto livello di commozione, soprattutto a livello locale. Le testate del territorio si sono occupate molto approfonditamente del caso AtalantaMozzanica. Bergamonews, in modo particolare, è stato uno dei primi siti a dare la notizia dello scioglimento della compagine di calcio femminile. Ieri, sulla sua pagina Facebook, ha pubblicato il comunicato della società.

I commenti sessisti per lo scioglimento dell’AtalantaMozzanica

I commenti di alcuni utenti, tuttavia, sono stati impietosi e sessisti. «Meglio dare il massimo alle squadre dei ragazzi, le donne facciano altro» – ha scritto un follower della pagina Facebook di Bergamonews, rinacarando successivamente la dose: «Dovrebbero dedicarsi alla cucina, si smostrano, con il calcio perdono femminilità, meglio che lo facciano i ragazzi».

Queste parole – ce ne sono state anche altre, ma tanti utenti hanno invece dimostrato la loro solidarietà alle ragazze dell’AtalantaMozzanica – non sono passate inosservate. Anche il Signor Distruggere lo ha notato e ha immediatamente segnalato, attraverso i suoi canali social, quello che stava succedendo sotto al post della testata bergamasca.

Bergamonews, infatti, ha anche avvisato i propri followers: «Amici, occhio ai commenti se non volete finire sulla pagina de Il Signor Distruggere, blog che scova le assurdità del web (ps: ha migliaia e migliaia di followers!)».