Arrestato un uomo per la morte del calciatore Emiliano Sala

di Gaia Mellone | 19/06/2019

emiliano sala
  • Emiliano Sala è morto nello schianto dell'aereo ultraleggero nella Manica

  • Gli ultimi audio mandati ai suoi cari hanno fatto il giro del web

  • Il primo arresto: un uomo di 64 anni, l'accusa è di omicidio colposo

È stato effettuato il primo arresto nell’indagine sulla morte di Emiliano Sala, il giovane calciatore deceduto nello schianto dell’aereo ultraleggero su cui stava viaggiando sorvolando lo stretto della Manica.

Arrestato un uomo per la morte del calciatore Emiliano Sala

La polizia del Dorset ha arrestato un uomo dello Yorkshire di 64 anni con l’accusa di omicidio colposo per la morte di Emiliano Sala, l’attaccante argentino morto il 21 gennaio 2019 dopo lo schianto dell’ultraleggero su cui stava viaggiando. Una vicenda ancora in parte avvolta nel mistero. Dopo le prime indagini emerse che l’aereo, un piccolo Piper, non era adatto a viaggiare con le condizioni metereologiche di quella sera, e che il pilota non era autorizzando a volare di notte perché daltonico.

Secondo quanto riportato da diversi media inglesi, la polizia britannica avrebbe confermato che i familiari del calciatore e del pilota dell’ultraleggero, David Ibboston, anch’egli deceduto nello schianto, sono stati informati dell’arresto dell’uomo. Non è ancora chiaro quale sia il coinvolgimento preciso dell’arrestato nella morte di Sala. L’uomo, di cui è stata tenuta segreta l’identità, è tutt’ora sotto indagine ma è stato temporaneamente rilasciato perché ha espresso la volontà di collaborare con gli inquirenti.

 

(Foto di copertina Zumapress da archivio Ansa. Credit immagine: Nolwenn Le Gouic / Bildbyran via ZUMA Wire)