La bufala di Gino Strada che ha la residenza in Svizzera per non pagare le tasse

di Gianmichele Laino | 01/02/2019

Gino Strada
  • Si sta diffondendo la bufala di Gino Strada residente in Svizzera per non pagare le tasse

  • Gli haters si stanno scatenando dopo le sue affermazioni molto forti contro il governo

  • Emergency smentisce categoricamente con una nota

Gino Strada, qualche giorno fa, ha rilasciato alcune dichiarazioni molto forti sul governo formato da Lega e Movimento 5 Stelle, sostenendo che sia formato per metà da fascisti e per metà da coglioni. Forse è proprio per questo motivo che, nell’universo sovranista che popola la rete, si è cercato di diffondere una bufala sul suo conto per scrediatare la persona e l’operato del fondatore di Emergency.

LEGGI ANCHE > Gino Strada: «Al governo ci sono metà fascisti e metà cogl**ni»

La bufala di Gino Strada che ha la residenza in Svizzera

Come segnalato dal portale di debunking Bufale.net, infatti, ultimamente su alcuni social network (soprattutto Facebook e Twitter) si è diffusa l’idea che il medico che grazie ai suoi interventi ha salvato migliaia di vite umane nelle aree più disagiate del mondo sia in realtà cittadino e residente in Svizzera. Il tutto allo scopo di eludere il fisco e non pagare le tasse.

Non c’è nulla di più falso in questa vera e propria bufala che si sta diffondendo a macchia d’olio sui social network e che accusa Gino Strada, tra le altre cose, di essere addirittura un «ex terrorista rosso». L’account ufficiale di Emergency sta tentando di arginare la diffusione di questa notizia falsa, rispondendo colpo su colpo ai vari haters della rete. Ma l’operazione non è semplice.

La nota di Emergency sulla cittadinanza svizzera di Gino Strada

In una nota, scritta al portale Bufale.net, l’ufficio stampa di Emergency afferma: «Gino Strada è un cittadino italiano, ha la residenza in Italia, al momento precisamente a Milano. Nessuna doppia nazionalità, nessuna cittadinanza svizzera».

L’odio nei confronti di Gino Strada è aumentato dopo le dichiarazioni molto forti nei confronti del governo giallo-verde. A commento di diversi articoli che riportavano le sue affermazioni, sono spesso comparsi tweet o post di Facebook che facevano riferimento alla presunta cittadinanza svizzera del medico di Emergency. Una circostanza che deve essere smentita con forza, per rispettare la verità.