Sea Watch, la procura di Catania: «Fate sbarcare i minori»

di Redazione | 25/01/2019

Sea Watch

La Procura per i minorenni di Catania chiede che possano sbarcare i minori non accompagnati presenti sulla Sea Watch 3, la nave battente bandiera olandese della ong tedesca che, al momento, si trova a un miglio nautico dalle coste di Siracusa. La richiesta della procura si concretizza e si esplicita al fine di collocare i minorenni nelle apposite strutture.

LEGGI ANCHE > 47 persone in balia di onde alte 7 metri, ma secondo Salvini è «una provocazione»

Sea Watch, la procura di Catania e la richiesta sui minori

Il documento è stato firmato dalla procuratrice Caterina Ajello, che ha inviato la sua richiesta ai ministri competenti, ovvero quello dell’Interno e quello dei Trasporti, oltre che al presidente del Tribunale per i minorenni di Catania e alla Procura generale etnea. I minori sulla Sea Watch sono in tutto 13. Tra questi, 8 sarebbero quelli non accompagnati.

Già in precedenza, l’autorità garante dei minori, rappresentata da Filomena Albano, aveva chiesto informazioni dettagliate sulla presenza di ragazzi e ragazze di età inferiore ai diciotto anni a bordo della Sea Watch: i migranti che si trovano sulla ong, infatti, sono in tutto 47 ma 13 sarebbero minorenni. La richiesta del garante era volta a prevedere che fossero messe in atto tempestive ed efficaci misure di accoglienza come stabilito dall’ordinamento giuridico italiano e dagli obblighi internazionali.

La legge su cui poggia la richiesta della procura di Catania

Il riferimento legislativo su cui si basa l’analisi e la richiesta della procura di Catania è quello contenuto all’interno dell’art. 3 della legge 47/2017 che prevede che in nessun modo può disporsi il respingimento alla frontiera di minori stranieri non accompagnati. Inoltre, per i minori accompagnati da un adulto è necessario immediatamente accoglierli per accertare quantomeno il corretto rapporto di parentela tra il ragazzo o la ragazza d’età inferiore ai diciotto anni e l’adulto che lo accompagna.

Intanto, l’Olanda ha risposto alle richieste del Movimento 5 Stelle – in particolare di Toninelli – circa l’accoglienza dei migranti sulla Sea Watch: «Finché non ci saranno accordi europei su soluzioni strutturali per i migranti a bordo dei barconi – ha detto il segretario di Stato olandese per l’Asilo e le migrazioni Mark Harbers -, i Paesi Bassi non prenderanno parte a soluzioni ad hoc».

[Foto dall’account Twitter Sea Watch Italy]

TAG: Sea Watch